Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 29 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Integratori alimentari: l’EFSA fa chiarezza Altro punto su cui la campagna EFSA si sofferma è il fatto che gli integratori alimentari non siano medicinali in grado di curare o prevenire malattie

Integratori alimentari: l’EFSA fa chiarezza Altro punto su cui la campagna EFSA si sofferma è il fatto che gli integratori alimentari non siano medicinali in grado di curare o prevenire malattie

Gli integratori alimentari sono prodotti sempre più utilizzati nel mondo da chi vuole ottenere il meglio della propria forma fisica e mentale. Ecco perché EUChooseSafeFood 2022, campagna a cura dell’EFSA (European Food Safety Authority) sostenuta, in Italia, dal Ministero della Salute, ha messo al centro proprio il tema degli integratori alimentari, per sondarne la sicurezza e fare chiarezza su alcuni punti fondamentali. La prima evidenza sottolineata da EFSA è stata il fatto che gli integratori non sono tutti uguali: alcuni offrono un apporto aggiuntivo di nutrienti, mentre altri riducono i fattori di rischio per alcune malattie. Questo significa che gli integratori alimentari devono essere studiati specificatamente per rispondere a particolari esigenze, momentanee o legate alla situazione del soggetto. Per questo VitaVi propone solo prodotti pensati su misura per alcune categorie di persone, in base alla loro età, al sesso  e alle carenze di cui soffrono. Un’azienda questa che, nata in Italia, in pochi anni, è riuscita ad ottenere la stima della Comunità Scientifica e dei consumatori, proprio grazie alla competenza degli esperti che vi lavorano e agli ingredienti selezionati per realizzare i prodotti.

Altro punto su cui la campagna EFSA si sofferma è il fatto che gli integratori alimentari non siano medicinali in grado di curare o prevenire malattie: anche se possono essere acquistati in farmacia e, talvolta, consigliati dal medico, non si tratta di farmaci, tuttavia, questo non significa poterne abusare.

Ultimo punto su cui l’EFSA fa luce è l’importanza di uno stile di vita sano e di una dieta equilibrata: due abitudini fondamentali per la salute ed il benessere che nessun integratore è in grado di sostituire. Se, da una parte, dunque, la sicurezza degli integratori alimentari è garantita da organismi istituzionali, come l’European Food Safety Authority, e da istituzioni nazionali, come il Ministero della Salute, dall’altra, gli integratori alimentari, che siano vitamine, minerali, aminoacidi, enzimi ed estratti di erbe e che si presentino sotto forma di capsule, estratto secco, polvere o tisana, vanno usati in modo mirato e ricordando che non sono prodotti miracolosi ma solo dei validi ausili. Questo, in altre parole, significa che, a livello terapeutico, nessun integratore può sostituire un farmaco prescritto dal medico e che, a livello preventivo, un integratore nulla può fare in assenza di uno stile di vita sano e di una dieta equilibrata. Fare attività fisica leggera ma costante, garantirsi un buon sonno, assicurarsi pasti sani e completi sono una base che non deve mancare mai a nessuno: solo in tale condizione, gli integratori alimentari potranno garantire i risultati promessi.