Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Tarsu: Fli di Lamezia muove alcune osservazioni al sindaco

Tarsu: Fli di Lamezia muove alcune osservazioni al sindaco

“Perchè non revocare la convenzione per la riscossione ad Equitalia?”

Tarsu: Fli di Lamezia muove alcune osservazioni al sindaco

“Perchè non revocare la convenzione per la riscossione ad Equitalia?”

 

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Il “Comune Amico” sta inviando ai cittadini di Lamezia Terme, in questi giorni, l’uovo di Pasqua in ritardo! L’arrivo in questi giorni delle bollette della “spazzatura” sta destando tra i lametini parecchio malumore e i motivi sono davvero tanti. Senza entrare nel merito dell’aumento della TARSU (Tassa rifiuti solidi urbani), sorgono spontanee alcune osservazioni dirette al nostro Primo Cittadino:

1) Mentre in altri Comuni d’Italia (vedi Napoli) i sindaci revocano la convenzione per la riscossione della TARSU con EQUITALIA, il nostro Comune Amico insiste ad avvalersi di questo odiato servizio la cui caratteristica principale è la mancanza assoluta di elasticità rispetto ai pagamenti;

2) Riflessione più che legittima riguarda la rateizzazione, ulteriormente ridotta, creando ulteriori problemi a chi ha la volontà di essere puntuale e preciso, visto l’aumento!

3) Non meno importante l’osservazione che riguarda le scadenze, ravvicinate tra loro e imminenti.

4) Riguardo l’importo, le bollette emesse dal Comune non tengono conto della raccolta differenziata che, in altre città, consente invece agevolazioni ai cittadini che la fanno.

Vogliamo dire al Sindaco Amico, il quale in ogni occasione ribadisce il momento di grande difficoltà che tutti stiamo attraversando, che non è sicuramente questo il modo di essere vicino alla gente.

La nostra appartenenza politica al FLI non ci ha allontanato dal sentimento forte che era proprio del movimento “DIFENDIAMO IL LAMETINO”. SIAMO SEMPRE NOI!

Fli-OBIETTIVO FUTURO

MANUELITA IACOPETTA

EUGENIO LUPIA PALMIERI

redazione@approdonews.it