Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), WEDNESDAY 27 JANUARY 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Serie B : Reggina sempre più giù! Arriva a Monza la quarta sconfitta consecutiva. Amaranto sempre più in crisi di gioco, di identità ( e di nervi!)

Serie B : Reggina sempre più giù! Arriva a Monza la quarta sconfitta consecutiva. Amaranto sempre più in crisi di gioco, di identità ( e di nervi!)

DI ANTONIO SPINA

È sempre più notte fonda per la Reggina che rimedia a Monza la quarta sconfitta consecutiva. Finisce 1-0 per i brianzoli grazie alla rete di Mota Carvalho, ma il passivo poteva essere ben più pesante. Amaranto senza gioco ed idee, reparto offensivo inesistente, limiti caratteriali mettono in luce una crisi ancora più evidente.
La truppa di Toscano si presenta all’U-Power Stadium con una formazione ampiamente rimaneggiata per via della defezione per squalifica in mezzo al campo di Crisetig e di una lunga lista di indisponibili per infortunio (Ménéz, Faty, Charpentier, Rolando, Vasic). Match, già di per sé ostico per la forza degli avversari ed il momento poco felice della squadra di Toscano, si tramuta in grande sofferenza per l’infortunio – l’ennesimo – occorso a Bianchi, che è costretto a lasciare il campo, sostituito dal greco Stavropoulos, all’esordio in questo campionato. A rendere la gara simile ad una montagna da scalare ci pensa Folorunsho che, dopo due minuti dall’inizio del secondo tempo, si fa mandare anzitempo negli spogliatoi (doppia ammonizione) per un fallo ingenuo ai danni di Frattesi.
I primissimi giri di lancette vedono la Reggina annaspare a fronte di un Monza partito senza indugi, che sfiora il vantaggio in più di un’occasione. Dopo una furibonda mischia senza trovare la stoccata vincente davanti a Plizzari, ci provano il capitano dei brianzoli D’Errico il cui tiro viene murato da Del Prato e Boateng che impegna di testa Plizzari. Al 17′ arriva l’occasione più nitida del primo tempo e capita sulla testa di Gytkaer, che sfiora soltanto con la sfera terminata a pochissimi centimetri dal palo. Col trascorre dei minuti, la Reggina avanza il proprio baricentro proponendosi con maggiore convinzione e personalità. Soprattutto con gli esterni, Di Chiara e Situm, gli amaranto si vedono con più costanza nell’area di rigore biancorossa limitando gli affondi dei padroni di casa. Nonostante tutto, Lamanna non corre grossi pericoli perché sono velleitarie le conclusioni di Bellomo e Lafferty.

L’inferiorità numerica viene subito pagata a caro prezzo con il vantaggio Monza al 54′, ad opera di Mota Carvalho lesto a svettare di testa e battere Plizzari sugli sviluppi di un corner. Biancorossi che potrebbero raddoppiare, prima su rigore che Boateng si fa respingere ottimamente da Plizzari, dopo è la traversa a dire di no a Carlos Augusto. I cambi di Toscano (Denis al posto di un impalpabile Lafferty, Rivas per Situm) non incidono per nulla sull’economia della gara che vede il Monza controllare agevolmente, sfiorando il gol del ko con Colpani che, a tu per tu, con Plizzari non riesce a chiudere i conti.