Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 12 APRIL 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Quarta edizione della mostra micologica a Rizziconi L'evento è organizzato dal circolo “Domenico Gioffrè”

Quarta edizione della mostra micologica a Rizziconi L'evento è organizzato dal circolo “Domenico Gioffrè”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Bruno Morgante


Nell’androne del Porto degli Ulivi a Rizziconi si tiene la quarta mostra micologica allestita dal circolo micologico rizziconese “Domenico Gioffrè”.

Per il quarto anno consecutivo il circolo micologico rizziconese, diretto dal dott. Domenico Iaropoli, allestisce la mostra micologica più importante della nostra regione.

Anche questo anno si prevede di superare i record raggiunti l’anno scorso con la presenza di 154 specie di funghi raccolti nei boschi calabresi.

Micologi e docenti universitari della facoltà di Agraria dell’Università di Reggio Calabria assicurano la loro consulenza per catalogare i vari funghi e per determinarne la commestibilità o meno.

Sabato i soci, coordinati dall’ing. De Felice, dal dott. Sandro Forestieri, dall’esperto Nino Sorbara, oltre che dal presidente, si sono sparpagliati per i boschi calabresi per ricercare le varie specie fungine, segnarne l’habitat, la natura del terreno, l’altezza a cui sono stati trovati, al fine di una loro migliore classificazione.

Questo anno l’impresa si è dimostrata più ardua degli altri anni perché negli ultimi giorni la montagna sembra essersi addormentata e sembra che si sia bloccata la nascita di nuovi funghi.

La passione e l’esperienza dei numerosi soci del circolo micologico hanno sopperito con l’esperienza e la conoscenza dei luoghi per scovare i pochi funghi che erano nati.

Anche questo anno la guardia forestale ha dato il proprio contributo ed è presente alla mostra per sensibilizzare i visitatori, specialmente i giovani e i bambini, che nella scorsa edizione sono stati numerosissimi, sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla bellezza dei nostri boschi e del sottobosco.

Come l’anno scorso sono presenti esperti e micologi per rispondere alle domande dei visitatori e per far fare piccole, ma interessanti esperienze, come quella di guardare al microscopio le spore dei funghi.