Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), GIOVEDì 29 SETTEMBRE 2022

Torna su

Torna su

 
 

Palmi, 15 sanzioni a bar e ristoranti non in regola con i pagamenti per occupazione suolo pubblico Nei prossimi giorni continueranno i controlli atti a verificare il rispetto delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni, per evitare che qualche esercente possa approfittare del periodo per occupare il doppio o triplo dell’area concessa

Palmi, 15 sanzioni a bar e ristoranti non in regola con i pagamenti per occupazione suolo pubblico Nei prossimi giorni continueranno i controlli atti a verificare il rispetto delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni, per evitare che qualche esercente possa approfittare del periodo per occupare il doppio o triplo dell’area concessa

La Polizia Locale di Palmi, su input dell’Amministrazione Comunale e di concerto
con lo Sportello per le Attività Produttive che nei mesi precedenti aveva avviato
preventivi contatti con i gestori per sensibilizzarli al rispetto delle regole, ha avviato
un capillare controllo sulle occupazioni di spazi ed aree pubbliche a mezzo sedie,
tavolini e dehors al servizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande,
al fine di verificare la validità delle autorizzazioni e la regolarità dei pagamenti del
canone unico patrimoniale dovuto nella misura prevista dal Regolamento C.U.P.
vigente. Nelle prima giornate di controlli sono state elevate ben 15 (quindici) sanzioni
a carico di bar e ristoranti che non risultavano in regola con i pagamenti o che
occupavano spazi pubblici senza autorizzazione, con la diffida a ripristinare lo stato
dei luoghi o a regolarizzare la posizione. Nei prossimi giorni continueranno i controlli
atti a verificare il rispetto delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni, per evitare
che qualche esercente possa approfittare del periodo per occupare il doppio o triplo
dell’area concessa. Nel caso di ulteriori sanzioni e quindi di recidiva potrà scattare, a
carico degli esercenti, l’ordinanza di sgombero e la chiusura dell’attività fino a cinque
giorni.