Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 30 SETTEMBRE 2022

Torna su

Torna su

 
 

Le operazioni dei Carabinieri nel reggino

Le operazioni dei Carabinieri nel reggino

A Locri, Ciminà, Reggio Calabria-Modena, Melito Porto Salvo, Reggio Calabria,Feroleto Della Chiesa,Rosarno e Palmi

Le operazioni dei Carabinieri nel reggino

A Locri, Ciminà, Reggio Calabria-Modena, Melito Porto Salvo, Reggio Calabria,Feroleto Della Chiesa,Rosarno e Palmi

 

 

 

    Locri (RC), M.B., 61 anni, responsabile dell’istituto tecnico commerciale “G. Marconi”, denunciava, che ignoti, asportavano il contenuto di tre distributori di bevande, quantificabile in duecento euro circa, nonche’ asportando dall’istituto un apparato fax simile e un telefono cordless.
    Cimina’ (RC) area aspromontana localita’ Caruso, i carabinieri della compagnia – norm – di Locri, la stazione carabinieri di Sant’ilario dello Jonio unitamente a quelli dello squadrone eliportato cacciatori “calabria” del g.o.c. di Vibo Valentia, rinvenivano abilmente occultate tra la fitta vegetazione, le seguenti armi: un fucile semiautomatico marca franchi cal. 12, con matricola abrasa; un fucile monocanna tipo flobert cal. 36, con matricola abrasa; un fucile monocanna cal. 36, con matricola abrasa; un fucile monocanna tipo flobert cal. 7,62, con matricola abrasa; un marsupio contenente trentasei cartucce cal. 36, undici cartucce cal.12, quattro cal.16 e quarantadue cal.7,65.

 i militari della stazione di Reggio Calabria-rione Modena, traevano arresto flagranza reato detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: B.L., 33 anni.

Melito di Porto Salvo (RC), ignoti, hanno dato alle fiamme l’autovettura nissan micra di proprietà S.S., 21 anni. Reggio Calabria, ignoti, hanno dato alle fiamme il portone d’ ingresso di un condominio.

 i carabinieri della stazione di Feroleto Della Chiesa (RC), in esecuzione di ordinanza per la carcerazione, traevano in arresto V.B., 78 anni. predetto dovra’ espiare la pena residua di mesi nove di reclusione in quanto riconosciuto responsabile del reato di simulazione di reato.

 carabinieri della tenenza di Rosarno, in esecuzione di ordinanza, traevano in arresto B.S., 69 anni. predetto dovra’ espiare la pena residua di mesi quattro di reclusione in quanto riconosciuto responsabile del reato di appropriazione indebita.

Palmi (RC), F.L., 52 anni, denunciava che ignoti, introdottisi proprio appartamento, asportavano vari oggetti oro.