Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

“La denuncia della Federalberghi sul crollo delle presenze, non è che uno dei tanti sintomi di una politica turistica fantasma”

“La denuncia della Federalberghi sul crollo delle presenze, non è che uno dei tanti sintomi di una politica turistica fantasma”

Lo afferma Mimmo Talarico, consigliere regionale di Idv,  secondo cui : “ Se si aggiunge la negligenza,  con cui la Regione si occupa  del tema delicatissimo  della mancata adozione  da parte di molti comuni costieri calabresi (circa il 50 per cento)  dei Piani Comunali di spiaggia indispensabili

“La denuncia della Federalberghi sul crollo delle presenze, non è che uno dei tanti sintomi di una politica turistica fantasma”

Lo afferma Mimmo Talarico, consigliere regionale di Idv,  secondo cui : “ Se si aggiunge la negligenza,  con cui la Regione si occupa  del tema delicatissimo  della mancata adozione  da parte di molti comuni costieri calabresi (circa il 50 per cento)  dei Piani Comunali di spiaggia indispensabili

 

 

 

REGGIO CALABRIA – “La denuncia della Federalberghi sul crollo delle presenze, pur grave in sé, non è che uno dei tanti sintomi di una politica turistica fantasma”. Lo afferma Mimmo Talarico, consigliere regionale di Idv,  secondo cui : “ Se si aggiunge la negligenza,  con cui la Regione si occupa  del tema delicatissimo  della mancata adozione  da parte di molti comuni costieri calabresi (circa il 50 per cento)  dei Piani Comunali di spiaggia indispensabili per una razionale  gestione del territorio a fini turistici, si capisce che la Regione ha smesso di occuparsi del turismo.  Si capisce che sotto  gli slogan e il rinnovamento sbandierato in tutte le lingue, non c’è assolutamente nulla”. “Sul turismo – puntualizza l’esponente di Idv –  questo Governo regionale non dà segni di razionalità. Tutto procede  all’insegna della più nefasta improvvisazione. E non soltanto perché non c’è un Assessore incaricato di occuparsene, ma perché siamo al punto in cui un Governo regionale,  assoggettato fino all’imbarazzo al Governo nazionale più antimeridionale della storia italiana, pensa di cavarsela con uno spot che ha ridicolizzato i Bronzi. Così come – finisce Mimmo Talarico –  il Governo Berlusconi, rispetto alle inadempienze macroscopiche  verso la Calabria, pensa di cavarsela, mentre affama i calabresi, con lo spot sul Ponte dello Stretto”

redazione@approdonews.it