Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 22 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Intercity provenienti dalla Sicilia si fermeranno a Gioia Battaglia portata avanti e vinta dal consigliere regionale Giuseppe Pedà

Intercity provenienti dalla Sicilia si fermeranno a Gioia Battaglia portata avanti e vinta dal consigliere regionale Giuseppe Pedà
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

GIOIA TAURO – Con il nuovo orario estivo di Trenitalia, che entrerà in vigore domenica 9 giugno, le due coppie di treni Intercity giorno tra Palermo/Siracusa e Roma Termini fermeranno anche nella rinnovata stazione di Gioia Tauro, offrendo a tutto il territorio della Piana un sostanzioso incremento di soluzioni per raggiungere la Capitale e viceversa ma anche un collegamento diretto con la Sicilia. Si tratta di una vera e propria battaglia portata avanti e vinta dal consigliere regionale Giuseppe Pedà, con l’aiuto dell’associazione “ferrovie in Calabria” di Roberto Galati e dell’assessore alle Infrastrutture della Regione, Musmanno: Pedà, nel mese di ottobre, era infatti riuscito a far avviare l’iter chiedendo ufficialmente all’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono e al direttore generale per il trasporto e le infrastrutture ferroviarie, Enrico Maria Pujia una valutazione sull’efficacia di un ampliamento dei servizi nel rinnovato terminal ferroviario di Gioia Tauro.

Una battaglia perché, come si ricorderà, la successiva scelta del MIT di accordare, già dallo scorso febbraio, la fermata dei treni IC Palermo/Siracusa-Roma nella stazione del capoluogo pianigiano era stata fortemente osteggiata dall’associazione ferrovie siciliane che lamentava un presunto aumento dei tempi di percorrenza per i passeggeri provenienti dall’isola e asseriva, inoltre, che la modifica avrebbe contribuito a rendere ancora più esigua la disponibilità di posti a bordo dei due frequentati convogli. Considerazioni che sulla sponda calabra avevano registrato la replica determinata di Pedà: i tempi non sarebbero aumentati, vista la lunga percorrenza della tratta o lo sarebbero stati di non più di 4-5 minuti, mentre erano davvero improbabili i timori di non trovare più posti a sedere a danno dell’utenza siciliana. Era insomma abbastanza chiaro che i problemi delle ferrovie siciliane, certamente, non si potevano ridurre soltanto ad una fermata in più, ma, a forza di ricevere rimostranze, il MIT aveva chiesto maggiori dettagli a Trenitalia e alla Regione Calabria.

La partita si era perciò prolungata e Pedà aveva suggerito l’intervento dei rispettivi assessorati regionali ai Trasporti per concertare insieme anche alle parti sociali un piano di rilancio del trasporto ferroviario e auspicando sinergia tra due regioni che hanno grosse difficoltà di mobilità. Approfondita l’istruttoria da parte della direzione centrale, i problemi di natura tecnica sono stati abbondantemente superati visto che sui sistemi di vendita di Trenitalia sono già disponibili orari e le diverse opzioni di acquisto. A darne conferma proprio il consigliere Pedà che ha deciso di celebrare il nuovo servizio recandosi alla stazione di Gioia per comprare il primo biglietto, un gesto che non resterà simbolico perché su quel treno -l’IC 1528- ci salirà fisicamente per raggiungere Roma, con partenza alle ore 12.18 da Gioia Tauro e arrivo previsto per le 18.34. Stessa cosa, d’ora in poi, se ne avranno necessità e lo riterranno opportuno, potranno fare centinaia di cittadini pianigiani. “Auspico che la programmazione dell’offerta ferroviaria si sviluppi sempre più nell’ottica di una concreta valorizzazione di un territorio con una grande domanda di mobilità, tenendo conto delle potenzialità della struttura esistente a Gioia, adeguatamente rinnovata e idonea a garantire un aumento dei traffici. È un gran risultato ma è solo l’inizio: stiamo già lavorando per far fermare anche altri treni”.

Questo il dettaglio degli orari:
– IC 1523 Roma Termini 7.26 – Napoli 9.29/50 – Gioia Tauro 13.37/39 – Villa S.G. 14.10/30 – Messina 15.35/16.10 – Palermo 19.25;
– IC 1524 Siracusa 10.20 – Messina C. 12.55/13.10 – Villa S.G. 14.30/50 – Gioia Tauro 15.16/18 – Napoli 19.15/31 – Roma Termini 21.38;
– IC 1527 Roma Termini 11.26 – Napoli 13.29/45 – Gioia Tauro 17.31/33 – Villa S.G. 18.05/25 – Messina 19.35/20.10 – Siracusa 22.50 ;
– IC 1528 Palermo 7.00 -Messina 9.55/10.10 – Villa S.G. 11.20/50 – Gioia Tauro 12.16/18 – Napoli 16.15/31 – Roma Termini 18.34.

Sotto, la lettera inviata ad ottobre dal consigliere regionale Giuseppe Pedà a Trenitalia che ha fatto partire l’iter per l’assegnazione delle fermate IC: