Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 17 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

“Il nodo giustizia rappresenta lo scoglio sul quale è naufragata la prima repubblica e si è arenata la seconda”

“Il nodo giustizia rappresenta lo scoglio sul quale è naufragata la prima repubblica e si è arenata la seconda”

| Il 07, Giu 2011

E’ quanto ha dichiarato Saverio Zavettieri, Segretario nazionale dei “Socialisti Uniti – P.S.I.

“Il nodo giustizia rappresenta lo scoglio sul quale è naufragata la prima repubblica e si è arenata la seconda”

E’ quanto ha dichiarato Saverio Zavettieri, Segretario nazionale dei “Socialisti Uniti – P.S.I.”

 

 

 

 

 CATANZARO – “Nel corso degli ultimi anni – prosegue Zavettieri – i conflitti tra poteri ed Organi dello Stato sono andati fuori misura e sono divenuti la causa principale dello scontro politico e del clima sempre più deteriorato in cui si svolge la vita politica e democratica del Paese. Aver abrogato in parte le guarentigie parlamentari sotto la spinta populista e giustizialista di Mani Pulite, cavalcata sia a destra che a sinistra, ha inferto un grave  vulnus alla ruolo della politica inaugurando una fase del predominio del potere giudiziario non più rientrato nei suoi confini”.

 

“In questo contesto – aggiunge Zavettieri – leaders politici di primo piano, si sono assicurati un loro scudo giudiziario privato  tramite rapporti e contiguità di vario genere con settori della Magistratura politicizzata, salvo chi, trovandosi nel mirino della stessa, ha dovuto ricorrere allo strumento legislativo, cui hanno contribuito molti di quelli che oggi, per puro opportunismo, si pronunciano a favore del referendum abrogativo”.

 

“Ritenendo l’arma referendaria l’unico istituto di democrazia diretta di cui il cittadino, nonostante l’uso e l’abuso che spesso se n’è fatto,  disponga – conclude Zavettieri –  si invitano i simpatizzanti e gli elettori socialisti ad esercitare il loro diritto di voto esprimendo un NO! chiaro al quesito sul legittimo impedimento oltre che per la par condicio tra i vari soggetti politici in campo, per porre un limite ai super poteri delle procure in attesa di una vera e propria riforma della giusta che ristabilisca il giusto equilibrio costituzionale nel pieno rispetto dell’autonomia della Magistratura”.