Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 30 SETTEMBRE 2022

Torna su

Torna su

 
 

Il comune di Lamezia Terme, parteciperà al convegno “Legalità e trasparenza”

Il comune di Lamezia Terme, parteciperà al convegno “Legalità e trasparenza”

All’incontro, che si svolge a  Montepulciano, partecipano tra gli altri Maria Teresa Brassiolo, presidente di Transparency, Roberto Centaro, vice presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Luigi Cuomo, coordinatore nazionale di SOS Impresa–Confesercenti, l’economista Marco Frey, Antonio Gaudioso, vice segretario nazionale di Cittadinanzattiva, Gregorio Gitti, presidente di Fondazione Etica e Aldo Soldi, presidente ANCC Coop

Il comune di Lamezia Terme, parteciperà al convegno “Legalità e trasparenza”

All’incontro, che si svolge a  Montepulciano, partecipano tra gli altri Maria Teresa Brassiolo, presidente di Transparency, Roberto Centaro, vice presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Luigi Cuomo, coordinatore nazionale di SOS Impresa–Confesercenti, l’economista Marco Frey, Antonio Gaudioso, vice segretario nazionale di Cittadinanzattiva, Gregorio Gitti, presidente di Fondazione Etica e Aldo Soldi, presidente ANCC Coop

 

 

 

LAMEZIA TERME-Il Comune di Lamezia Terme è stato invitato al convegno nazionale “Legalità e trasparenza”. L’assessore, Giusi Crimi, in rappresentanza del sindaco impossibilitato a partecipare, e dell’Amministrazione comunale, interverrà  all’iniziativa nazionale. All’incontro, che si svolge a  Montepulciano, partecipano tra gli altri Maria Teresa Brassiolo, presidente di Transparency, Roberto Centaro, vice presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Luigi Cuomo, coordinatore nazionale di SOS Impresa–Confesercenti, l’economista Marco Frey, Antonio Gaudioso, vice segretario nazionale di Cittadinanzattiva, Gregorio Gitti, presidente di Fondazione Etica e Aldo Soldi, presidente ANCC Coop. Il convegno vuole ragionare su come la trasparenza sia basilare nella pubblica amministrazione non solo per fare in modo che i cittadini possano sempre essere informati sull’operato delle istituzioni, ma soprattutto per contrastare la criminalità e i suoi tentativi di infiltrazione e condizionamento che sono all’ordine del giorno, inquinando la società e l’economia. I traffici illegali entrano nei circuiti finanziari, penetrando così nell’economia legale e dando vita a giri d’affari sporchi che riguardano tutta Italia, non solo il sud. E’ proprio grazie alla trasparenza nella pubblica amministrazione, quindi, che si combattono la corruzione, l’illegalità e gli abusi di potere. Una delle armi che le Amministrazioni hanno a disposizione per prevenire la corruzione consiste nel blindare gli appalti pubblici, a questo proposito l’assessore Crimi, nel suo intervento al convegno, parlerà proprio di tutte le iniziative che il Comune di Lamezia ha messo in atto in questi anni ed in particolare della delibera approvata recentemente  dalla giunta per contrastare le infiltrazioni mafiose negli appalti e nei contratti pubblici di competenza del Comune Il convegno vuole ragionare su come la trasparenza sia basilare nella pubblica amministrazione non solo per fare in modo che i cittadini possano sempre essere informati sull’operato delle istituzioni, ma soprattutto per contrastare la criminalità e i suoi tentativi di infiltrazione e condizionamento che sono all’ordine del giorno, inquinando la società e l’economia. I traffici illegali entrano nei circuiti finanziari, penetrando così nell’economia legale e dando vita a giri d’affari sporchi che riguardano tutta Italia, non solo il sud. E’ proprio grazie alla trasparenza nella pubblica amministrazione, quindi, che si combattono la corruzione, l’illegalità e gli abusi di potere. Una delle armi che le Amministrazioni hanno a disposizione per prevenire la corruzione consiste nel blindare gli appalti pubblici, a questo proposito l’assessore Crimi, nel suo intervento al convegno, parlerà proprio di tutte le iniziative che il Comune di Lamezia ha messo in atto in questi anni ed in particolare della delibera approvata recentemente  dalla giunta per contrastare le infiltrazioni mafiose negli appalti e nei contratti pubblici di competenza del Comune