Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 12 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Gli abitanti di Santa Venere consegnano le schede elettorali al parroco Vincenzo Giordano, candidato sindaco a Reggio col Movimento 5 stelle, comprende il forte malcontento della popolazione

Gli abitanti di Santa Venere consegnano le schede elettorali al parroco Vincenzo Giordano, candidato sindaco a Reggio col Movimento 5 stelle, comprende il forte malcontento della popolazione
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Capisco benissimo il forte malcontento e la forte delusione degli abitanti
di Santa Venere che si sentono abbandonati da istituzioni e politica,
quindi la decisione quasi di massa di consegnare al locale parroco le
proprie tessere elettorali. Ci mancherebbe altro, anche perchè i proclami
sulle periferie stonano con le presenti e le passate politiche comunali.
D’altronde, il Movimento 5 Stelle, che rappresento in questa competizione
elettorale, è nato come risposta popolare ad una classe istituzionale e
politica nella quale ormai si è persa qualsiasi forma di fiducia ad ogni
livello. Ma la capisco anche da semplice cittadino che vive la nostra
Reggio. Dunque, comprendo i loro sentimenti. Ma mi rivolgo ai 320 dei 370
abitanti che vogliono disimpegnarsi dall’ormai imminente voto per Palazzo
San Giorgio. Mi rivolgo a loro chiedendo di non perdere la speranza e di
dare fiducia ad un Movimento 5 Stelle che si è affacciato da poco sulla
scena politica reggina. E di metterlo alla prova. Per questo, come
candidato sindaco e come esponente dello stesso M5S, chiedo agli abitanti
del borgo collinare, sia quelli provvisti che sprovvisti di documento
elettorale, di darci un’occasione e di dimostrarsi disponibili ad un
incontro da tenere proprio a Santa Venere, al fine di registrare meglio i
problemi, che già conosciamo come una viabilità che crea disagi e pericoli
e l’assenza di servizi anche primari come asilo e fogne, e di proporre le
nostre idee per rendere prima vivibile la frazione e per poi valorizzarne
le potenzialità territoriali. Adesso, le 320 schede elettorali sono nelle
mani di don Malvi. Spero che gli abitanti di Santa Venere si dimostrino
disponibili ad ascoltare una forza politica come il M5S diversa dalle
altre, quindi che non le consegnino al prefetto come annunciato, e che,
invece, le utilizzino il 26 per scegliere chi come noi sta tra la gente e
vuole un radicale cambiamento. Ad ogni modo, una volta insediatici nel
nuovo Consiglio comunale, attenzioneremo questa protesta cercando di
concretizzare i punti del nostro programma sulle esigenze di Santa Venere e
della vicina Trunca quale porzioni periferiche della città da integrare
alla stessa e concentrandoci soprattutto sugli aspetti di messa in
sicurezza di questo territorio.

Vincenzo Giordano, candidato sindaco Movimento 5 Stelle