Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 30 NOVEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Gelate Gennaio 2017: sbloccato l’iter Avviata la pubblicazione delle graduatorie delle varie province calabresi

Gelate Gennaio 2017: sbloccato l’iter Avviata la pubblicazione delle graduatorie delle varie province calabresi

Già pubblicate le graduatorie della Provincia di Cosenza e di quella di Vibo Valentia, in fase di definizione le altre: dopo lo sblocco, nei giorni scorsi, dei fondi per la siccità del 2017, è il turno di quelli legati alle gelate che nel Gennaio di 3 anni fa colpirono tutta la Calabria.

Lo rende noto l’Assessorato regionale all’Agricoltura, guidato da Gianluca Gallo. «Terminato il lavoro delle commissioni di valutazione delle domande presentate dalle aziende agricole delle province di Cosenza e Vibo Valentia – conferma l’Assessore Gallo – a breve si procederà alla redazione anche degli elenchi delle altre province, in modo da giungere quanto prima alla pubblicazione delle graduatorie definitive ed all’erogazione delle risorse che, in questo momento difficili, rappresentano un sostegno importante per le aziende dei nostri territori». Nello specifico, per le 42 istanze ritenute ammissibili, nel Cosentino arriveranno più di 837.000 euro, attinti al Fondo di solidarietà nazionale del Mipaaf. Chiusa invece negativamente, almeno per il momento, l’istruttoria delle pratiche afferenti il Vibonese, nessuna delle quali risultata in linea con i criteri previsti.

Gli elenchi già disponibili sono consultabili sul portale istituzionale www.regione.calabria.it. Alle aziende agricole è concesso di presentare istanza di riesame entro quindici giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie, esclusivamente tramite pec, agli indirizzi pec dipartimento.agricoltura@pec.regione.calabria.it o areacatanzaro.agricoltura@pec.regione.calabria.it), indicando l’esatto oggetto “avversità atmosferiche “Gelate 2017 (D.M. 13240 del 08/05/2017). Approvazione elenco domande per l’ammissione ai benefici previsti dall’art. 5, comma 2 del D.lgs 102/2004 e s.m.i (imprese agricole)”.

Change privacy settings