Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 25 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Calabria, Fabio Scionti sarà il nuovo Segretario Regionale di “Azione” L'ex primo cittadino di Taurianova verrà eletto domani al Congresso Regionale del partito di Carlo Calenda a Lamezia Terme

Calabria, Fabio Scionti sarà il nuovo Segretario Regionale di “Azione” L'ex primo cittadino di Taurianova verrà eletto domani al Congresso Regionale del partito di Carlo Calenda a Lamezia Terme

“Ora basta! L’Italia è un grande Paese. Nessuna maledizione ci condanna a dover scegliere tra i disastri dei populisti e quelli dei sovranisti”. È lo slogan che si legge aprendo la pagina di Azione, il movimento politico di Carlo Calenda, l’ex ministro dello sviluppo economico durante i governi Renzi e Gentiloni.
Un movimento che si è sempre contraddistinto nelle sue posizioni di centrosinistra per le idee a volte non proprio in linea con l’establishment politico e che a volte, in virtù delle proprie idee è andato controcorrente rispetto a delle scelte di potere e di direzione politica dell’area di centrosinistra. Lo si è visto nelle ultime elezioni nella Capitale quando lo stessi Calenda si candidò a sindaco di Roma in contrapposizione al candidato del Partito Democratico Roberto Gualtieri, ma che poi diede il suo appoggio per la vittoria finale al ballottaggio.
In Calabria, come in altre regioni italiane si sta strutturando con l’avvento dei congressi regionali i quali eleggeranno i segretari che avranno l’arduo compito di fondare, ma soprattutto dare una struttura politica al movimento politico per cercare di costruire un’identità radicata sul territorio.
C’è molta Taurianova in Azione nella Calabria. La prima notizia è stata quella dell’elezione dell’ex vicesindaco di Taurianova Raffaella Ferraro come delegata in rappresentanza della Città Metropolitana all’interno dell’Assemblea Nazionale. Tra i rappresentanti di spessore di Azione c’è anche l’attuale sindaco ff della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace.
Secondo gli ultimi sondaggi nazionali la “creatura” di Carlo Calenda si attesta tra il 5 e il 6%, un punto di partenza importante e che dovrà essere da spinta “propulsiva” per un futuro politico di rappresentanza, visto che altri partiti hanno percentuali più basse e al contempo hanno finanche rappresentanze governative.
Una delle più belle frasi di un grande romanziere francese, Victor Hugo disse che “La libertà è, nella filosofia, la ragione; nell’arte, l’ispirazione; nella politica, il diritto”, la speranza è questa quando una nuova forza politica in virtù della costituzione democratica italiana si presenta davanti al popolo, alla gente, nei confronti di chi in virtù del consenso consegnano lo scettro del potere decisionale per le sorti di un paese.
Dovrebbero essere questi i principi fondamentali che l’ex sindaco di Taurianova Fabio Scionti, come di chiunque ricopre incarichi politici, gli obiettivi da perseguire. Perché domani l’ex primo cittadino di Taurianova sarà eletto segretario regionale in Calabria di “Azione” presso l’Hotel Class di Lamezia Terme, dove si celebrerà il Congresso Regionale.
Fabio Scionti, ingegnere, è stato sindaco della città per quattro anni e Consigliere della Città Metropolitana, eletto nelle elezioni straordinarie nel novembre del 2015 dopo che la città subì il terzo scioglimento per infiltrazione mafiose, e rimase in carica fino al dicembre del 2019 quando ad opera di un’azione di sfiducia di alcuni ex consiglieri di maggioranza e di opposizione. Fabio Scionti balzò agli onori della cronaca per un fatto drammatico in quanto nel 2017 fu vittima di un attentato, un ordigno esplosivo fece saltare l’auto della moglie davanti alla sua abitazione, oltre ad aver ricevuto diverse lettere minatorie e, per tale motivo, ha (con)vissuto sotto scorta per alcuni anni. Attualmente siede tra i banchi dell’opposizione in Consiglio Comunale con il gruppo “Taurianova Futura” insieme alla collega di partito Raffaella Ferraro. Sarà lui il massimo esponente di Azione, a lui il compito di da dare una struttura portante del movimento politico che fa capo a Carlo Calenda in Calabria.
È notizia di questi giorni la nascita della federazione tra “Azione” e “+Europa”, in quanto i leader dei due partiti, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova, hanno presentato oggi l’alleanza politica insieme a Emma Bonino. L’obiettivo che si sono posti è quello di creare un nuovo polo di centro con l’ambizione di diventare la “la quinta forza politica”, dopo il PD, Lega, FdI e M5S, e punta “a superare il 10%”, così affermano i due leader. Una nuova forza politica in campo è sempre un segnale solido nell’affermare il reale senso di democrazia in un paese civile.
(GiLar)