Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 06 FEBBRAIO 2023

Torna su

Torna su

 
 

Unità cinofila di salvataggio in corsia ospedaliera in Calabria A questo proposito prosegue il progetto, inserito nell’area educazione civica, di far conoscere il lavoro dei cani di salvataggio ai bambini ricoverati

Unità cinofila di salvataggio in corsia ospedaliera in Calabria A questo proposito prosegue il progetto, inserito nell’area educazione civica, di far conoscere il lavoro dei cani di salvataggio ai bambini ricoverati

La scuola in ospedale si configura come un’offerta formativa decisamente peculiare per destinatari e modalità di erogazione e, l’IC Manzoni nord est, presieduto dalla dirigente dott.ssa Giovanna Bruno, conta fra i suoi plessi anche quello della scuola in ospedale.
La finalità principale di questo plesso di eccellenza è quella di creare un collegamento fra l’ambiente ospedaliero e la realtà esterna, riducendo in tal modo l’isolamento dei pazienti e fornendo loro un aiuto in una difficile situazione di stress. La DS Bruno vuole assicurare agli alunni ricoverati pari opportunità, mettendoli in condizione, quando possibile, di proseguire lo sviluppo di capacità e competenze al fine di facilitare il loro reinserimento nei contesti di provenienza.
A questo proposito prosegue il progetto, inserito nell’area educazione civica, di far conoscere il lavoro dei cani di salvataggio ai bambini ricoverati e ieri 7 dicembre, Giancarlo Silipo e la sua Mae hanno potuto visitate il reparto pediatria del presidio Pugliese Ciaccio diretto dal dr Giuseppe Raiola e quello di chirurgia pediatrica diretto dal dr Domenico Salerno.
All’IC Manzoni il primato di aver concretizzato un simile evento la cui dirigente Bruno tiene a sottolineare quanto la scuola in ospedale sia e dia lustro all’intero IC e di quanto sia fondamentale offrire, nonostante le oggettive difficoltà, la stessa linea di programmazione dell’IC nel suo complesso.
Un ringraziamento doveroso va alla direzione sanitaria del nosocomio, dr Gianluca Raffaele, che ha dimostrato una particolare sensibilità nel consentire una simile iniziativa e alle capo sala Rosanna Santoro e Teresa Iacoi che hanno saputo riconoscere quanta capacità abbiano alcuni animali di mettersi in relazione con i pazienti più fragili, soprattutto, i bambini.
Alla referente del progetto educazione civica Daniela Cannistrà e a Giancarlo Silipo, Vigile del Fuoco e Unità Cinofila di Salvataggio A. N. P. A. S Croce Verde Catanzaro, la riconoscenza dei bambini per aver potuto conoscere la dolce Mae, che offrendo una piccola gioia, ha contribuito a farli sentire meglio. I cani, infatti, con la loro capacità di ridurre situazioni di stress e ansia emozionale riescono ad entrare in relazione con i pazienti e dare loro stimoli positivi; il cane non giudica, non rifiuta, si dona, stimola sorrisi e non ha pregiudizi… e di sorrisi questa mattina in corsia se ne sono visti veramente tanti.