Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MARTEDì 28 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Udicon Calabria: Rete Tim down Scalea, Cosenza, Corigliano/Rossano,Lamezia Terme, Vibo Valentia, Reggio Calabria, sono solo alcune delle città calabresi interessate dai disagi, protrattisi per alcune ore, nella giornata di ieri nell'utilizzo del gestore della linea Tim

Udicon Calabria: Rete Tim down Scalea, Cosenza, Corigliano/Rossano,Lamezia Terme, Vibo Valentia, Reggio Calabria, sono solo alcune delle città calabresi interessate dai disagi, protrattisi per alcune ore, nella giornata di ieri nell'utilizzo del gestore della linea Tim

Scalea, Cosenza, Corigliano/Rossano,Lamezia Terme, Vibo Valentia, Reggio Calabria, sono solo alcune delle città calabresi interessate dai disagi, protrattisi per alcune ore, nella giornata di ieri nell’utilizzo del gestore della linea Tim.
Nelle nostre sedi dislocate sul territorio si sono rivolti numerosi utenti che hanno lamentato difficoltà nell’effettuare le ordinarie operazioni con l’operatore in questione. “Negli anni in Italia è aumentato lo scambio di dati. Per poter rendere sempre più accessibili le reti veloci è però necessario che vengano favorite tecnologie maggiormente efficienti. L’accesso a una connessione stabile tocca vari ambiti, dal mondo del lavoro a quello dell’istruzione ma permette l’accesso a servizi importanti al privato cittadino (basti pensare all’utilizzo dello SPID)” – dichiara il Presidente Regionale Udicon Calabria Nico Iamundo, – “pertanto non possiamo esimerci dal richiedere chiarimenti alla compagnia telefonica per scongiurare futuri episodi simili, a tutela di tutti i consumatori calabresi che sostengono i costi di un servizio sempre più efficiente e veloce.
È comune che alcuni problemi vengano segnalati durante il giorno, tuttavia riteniamo che una percentuale così elevata, come quella di ieri, pari al 47% degli utenti che ha segnalato problemi con la rete fissa, abbia bisogno di un tempestivo intervento per la risoluzione della problematica al fine di consentire le normali condizioni di fruizione del servizio”, ha concluso Iamundo.