Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Turista italiana rapita nel Sahara

Turista italiana rapita nel Sahara
La Farnesina, attraverso l’Unità di crisi, sta verificando la notizia del rapimento

Turista italiana rapita nel Sahara

La Farnesina, attraverso l’Unità di crisi, sta verificando la notizia del rapimento

 

(ANSA) ALGERI – Una turista italiana che viaggiava sola con due guide Touareg, e’ stata rapita mercoledi’ sera da un gruppo di uomini armati nel Sahara algerino, nella regione dell’Illizi, vicino all’oasi di Djanet (2000 km a sud-est di Algeri). Lo hanno confermato, dopo notizie di stampa, fonti della prefettura di Illizi, citate dall’agenzia ufficiale APS. ”I terroristi armati con armi automatiche”, ha precisato la prefettura, hanno prelevato la donna vicino ad Alidena, nella zona di Tadrart, 250 km a sud di Djanet, non lontano dalla frontiera con il Niger, e l’hanno caricata su uno dei due 4X4 su cui viaggiavano. Secondo il quotidiano, Echourouk, la donna, Maria S., 53 anni, e’ stata subito trasferita verso il Niger. Le due guide invece sono state rilasciate poco dopo. La fascia sahelo sahariana e’ stato teatro negli ultimi tre anni di numerosi rapimenti di cittadini occidentali da parte di Al Qaida per il Maghreb islamico, ma era dal 2003, quando vennero prelevati 32 turisti occidentali, che non si verificavano sequestri in territorio algerino. ”La donna del nord Italia – ha detto all’ANSA, l’agenzia di viaggi che ha organizzato il tour – e’ una nostra vecchia cliente, viene ogni anno da sola nel deserto algerino”. Un’operazione di ricerca e’ stata lanciata dalla forze di sicurezza in tutta la regione ma e’ molto probabile che i rapitori abbiano gia’ oltrepassato il confine algerino. La Farnesina si e’ attivata attraverso l’Unita’ di crisi e sta verificando la vicenda.

redazione@approdonews.it