Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 30 NOVEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Taurianova, La magia delle parole: “Guida pratica su come diventare un bravo Influencer, capace di trasformare l’ordinarietà” in straordinarietà” Nota stampa della coalizione "Taurianova Futura" che aggiunge, "In straordinarietà da like e vendere sogni"

Taurianova, La magia delle parole: “Guida pratica su come diventare un bravo Influencer, capace di trasformare l’ordinarietà” in straordinarietà” Nota stampa della coalizione "Taurianova Futura" che aggiunge,  "In straordinarietà da like e vendere sogni"

Sappiamo tutti che racconti e storie da “effetto wow” in grado di colpire nel cuore il pubblico, hanno il
potere di modificare i nostri parametri fisiologici e, di conseguenza, la chimica del nostro cervello, agendo
quindi sulle nostre azioni che si traducono in like e consensi capaci di trasformare un prodotto banale,
interpretandolo come “usato sicuro” per intenderci, in un oggetto desiderabile.
Benché i racconti di liberazione, quelli che da una situazione di buio conducono al lieto fine e quindi alla
luce, sono quelli che funzionano maggiormente nelle strategie di marketing poiché si basano sulle difficoltà,
essi però devono avere la capacità di risolvere anche le problematiche da superare, se queste esistono e
sono reali.
Ahinoi, il nostro Sindaco, che nell’imprenditoria e nel marketing ha trovato la sua nuova passione e il suo
successo traducendolo oggi nel linguaggio politico, ha omesso proprio la ricerca della soluzione alle
centinaia di problematiche riscontrate in soli trenta giorni.
È solo un caso, o ci aspetta un altro esilarante episodio di questa nuova sitcom?
Riteniamo giusto a seguito del comunicato stampa di ieri raccontare la STORIA REALE, non sappiamo se sarà
in grado di suscitare altrettante reazioni ed emozioni, ma senza voler cercare un business e fare emotional
branding, sentiamo, in coerenza con quanto sempre fatto e detto, di rispondere punto per punto ad
ognuno dei trenta giorni raccontanti nella favola del nostro sindaco.
• Emergenza energia elettrica:
Ribadiamo che, su alcuni temi particolari, ai quali abbiamo dedicato gran parte della nostra azione
amministrativa, siamo sempre ben disposti al confronto pubblico e ci piacerebbe essere maggiormente
coinvolti come minoranza, quella pensante e parlante, non solo ed esclusivamente su tematiche dai facili
like, assistendo poi a monologhi inutili ed autoreferenziali dai facili processi popolari.
Vogliamo ricordare che nella vecchia gestione, il Comune è stato portato fuori – producendo notevoli
risparmi alle casse comunali e dopo più di 10 anni – dalle misure di salvaguardia provocate proprio dai
debiti e dal dissesto di chi oggi ci amministra e si erge a paladino. Onestà intellettuale vorrebbe che nei
monologhi si precisasse che la situazione debitoria riferita all’anno 2019 riguardi solo gli ultimi mesi, e
ancora, sarebbe opportuno precisare che questo periodo, ovvero gli ultimi mesi del 2019 e l’anno 2020
ricadono nello stesso lasso di tempo in cui siamo stati affidati a gestione commissariale (per volontà di 10
consiglieri).
Inoltre, la situazione debitoria riconducibile per il biennio 2017-2018 è facilmente identificabile nel periodo
che ci ha condotti verso il dissesto economico e finanziario dell’ente, provocato da chi oggi fa monologhi.
Ribadiamo nuovamente che, su questo punto, siamo disposti al confronto pubblico invece di vedere e
sentire inutili monologhi autoreferenziali.
• Emergenza idrica:
Anche su questo punto si precisa che non è nostra intenzione fare relazione di fine mandato, ma riteniamo
che tanto dobbiamo fare per dovere di informazione nei confronti dei nostri elettori e dei nostri haters.
L’intervento effettuato sul pozzo Lombardo rimasto inattivo per circa 8 mesi prima del ripristino e mai
durante l’amministrazione Scionti, è stato avviato dalla gestione Commissariale e i lavori sono GIUNTI A
COMPIMENTO nei primi giorni di Amministrazione Biasi e non il contrario.
Anche in questo caso, dunque, nulla di straordinario. Questo dovrebbe essere normalità ordinaria per
un’amministrazione.
Se vogliamo parlare dei pozzi Oliveto e degli interventi di efficientamento, ci teniamo a precisare che
nessuna missione titanica è stata compiuta dall’attuale amministrazione in quanto, come lo stesso Biasi ha
ricordato durante la campagna elettorale, abbiamo lavorato bene, tanto che oggi l’attuale amministrazione
si ritrova, nel parco progetti ereditato, anche uno già approvato relativamente all’efficientamento del pozzo
in questione con annesso finanziamento ottenuto dall’amministrazione Scionti.
Anche su questo siamo disposti al confronto pubblico senza assistere a stucchevoli monologhi.
• Emergenza Rifiuti:
Leggiamo: “A causa di fattori non dipendenti dalla nostra volontà ma dovuti all’impossibilità di conferire
nelle discariche autorizzate (…), abbiamo in tutti i modi cercato di far aumentare il quantitativo di
conferimento autorizzato…”
Bene! Vogliamo precisare e l’avremmo fatto anche pubblicamente se qualcuno anziché fare monologhi ci
avesse interpellati, che, l’emergenza rifiuti regionale che viene registrata negli ultimi periodi è uguale, per
non dire meno grave, rispetto alle emergenze che l’amministrazione Scionti ha dovuto fronteggiare durante
il suo mandato amministrativo sempre nell’ambito dei rifiuti, e che proprio in quello stesso periodo in cui si
fronteggiava la crisi cercando di limitare i danni e l’inefficienza del servizio, grazie alla collaborazione dei
cittadini e dei lavoratori, il sistema della raccolta differenziata messo in atto dal comune di Taurianova è
divenuto modello nazionale, tanto da ricevere importanti riconoscimenti e raggiungendo percentuali di
differenziata annuali pari al 68%.
Ad oggi, oltre a vedere tantissime mini-discariche abusive per le vie di questo paese, che grazie ai like è
diventato bellissimo, chiediamo quale sia la percentuale di differenziata raggiunta nell’ultimo periodo?
Quanto paghiamo in più per i risultati che non siamo in grado di raggiungere, visto l’autogestione di quella
società tanto criticata dagli stessi e che oggi tanto apprezzano?
• Emergenza Covid-19:
Infine, vogliamo solo descrivere il rapido cambiamento di atteggiamento riguardo il periodo sbandato che
stiamo vivendo.
Nel racconto fantastico del nostro sindaco purtroppo la profezia è stata sbagliata!
Rapidamente siamo passati da: “Non ci sarà più nessun lockdown” alla chiusura di scuole e cimiteri post
assembramenti. Abbiamo assistito a manifestazioni pro commercianti e abbiamo sentito dire che si tratta
solo di una semplice influenza stagionale… da questo momento in poi, grazie anche alle nostre
sollecitazioni, ha avuto inizio un quotidiano bollettino di guerra che denuncia, giorno dopo giorno, la
positività al virus di nostri concittadini che ad oggi conta 131 positivi.
Purtroppo, non siamo in grado di confermare quanto scritto nel comunicato stampa del nostro sindaco,
ovvero che Taurianova risulti essere tra i comuni meno colpiti dal virus, però possiamo sicuramente dire
che la gestione di questa emergenza sanitaria a livello locale, non ha nulla da invidiare alla commedia della
sanità regionale con la caccia al commissario.

Change privacy settings