Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), TUESDAY 01 DECEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Talarico, “Zuccatelli è la peggiore scelta che il governo avrebbe potuto fare” Il governo Conte colpisce ancora. La Calabria meritava altro specialmente in questa situazione difficile che vede la nostra regione zona rossa

Talarico, “Zuccatelli è la peggiore scelta che il governo avrebbe potuto fare” Il governo Conte colpisce ancora. La Calabria meritava altro specialmente  in questa situazione difficile che vede la nostra regione zona rossa

«Il governo Conte colpisce ancora. La Calabria meritava altro specialmente in questa situazione difficile che vede la nostra regione zona rossa. Dopo quanto accaduto sarebbe servita una scelta chiara di discontinuità con il passato e l’individuazione di una persona di grande esperienza, operativa e concreta per ricoprire il ruolo di commissario ad acta per il piano di rientro dal debito sanitario».
Ad affermarlo è il segretario regionale dell’Udc Francesco Talarico che prosegue: «Avremmo gradito un confronto con il territorio e con le Amministrazioni in modo da poter arrivare ad una scelta concertata su un profilo di alto livello istituzionale e amministrativo in grado di recuperare il troppo tempo perduto. Zuccatelli, invece, lo abbiamo già conosciuto e visto all’opera a Catanzaro e Cosenza con risultati negativi».
«La decisione del governo Conte non convince né nel metodo, né nel merito. Il nuovo commissario, che andrà ad operare in un momento assai difficile e con le strutture sanitarie calabresi in grave difficoltà, avrebbe dovuto essere scelto per indiscutibili meriti sul campo e per spiccate competenze, una figura superpartes e non scelto esclusivamente perché facente parte dello stesso partito del ministro alla Salute Roberto Speranza».
«Purtroppo siamo costretti a prendere atto – conclude Talarico – della peggiore risposta che il governo potesse dare alla nostra regione con una scelta che non pensa alla qualità del sistema sanitario, ma esclusivamente alla gestione della sanità per ottenere vantaggi elettorali in vista delle prossime elezioni regionali. Pare evidente che la toppa, messa troppo frettolosamente, sia stata peggiore del buco».
.

Change privacy settings