Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 18 JANUARY 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Serie B : la Reggina inciampa ad Ascoli Al vantaggio illusorio di Liotti, rispondono i marchigiani con Cangiano e Kragl che infliggono la seconda sconfitta della gestione Baroni, dopo una striscia positiva di tre gare.

Serie B : la Reggina inciampa ad Ascoli Al vantaggio illusorio di Liotti, rispondono i marchigiani con Cangiano e Kragl che infliggono la seconda sconfitta della gestione Baroni, dopo una striscia positiva di tre gare.

DI ANTONIO SPINA

Prima partita del nuovo anno amara per la Reggina, che vede interrompere la mini striscia positiva di tre gare ed incappare nella seconda sconfitta della gestione Baroni. Amaranto avanti per gran parte del match grazie alla quinta marcatura stagionale di Liotti ma, poi, subiscono la veemente reazione dei padroni di casa che portano a casa tre punti preziosi. Le reti di Cangiano e Kragl hanno infranto le speranze della Reggina di potersi allontanare dalla zona pericolosa. Grandissimo protagonista il tedesco Kragl, entra nel secondo tempo, cambia la storia del match e con la sua rete rafforza le speranze dei marchigiani nella corsa alla salvezza. Secondi quarantacinque minuti di gioco ancora fatali per la Reggina, che da una situazione di vantaggio torna a casa a mani vuote. Adesso c’è la sosta e, nel frattempo, la società dovrà operare sul mercato per apportare degli accorgimenti in modo da colmare le lacune emerse finora, per dare la possibilità al tecnico Baroni di poter lavorare con un organico al completo il prima possibile.
Primo tempo molto combattuto tra le due compagini, ma è la Reggina che si rivela più incisiva rispetto ai padroni di casa. Il modulo con Rivas unica punta mette in seria difficoltà i bianconeri, incapaci di costruire manovre di gioco; gli inserimenti dei centrocampisti non danno punti di riferimento mossa, questa, che manda in confusione la difesa di Sottil. Il vantaggio amaranto giunge al 19 minuto, quando Liotti sfrutta un velo di Rivas e di piatto trafigge Leali, che vede sfilare il pallone nell’angolino basso. Liotti goleador della Reggina con il quinto centro messo a segno al “Del Duca”, si dimostra arma letale sotto porta. Un parziale di misura che sta molto stretto alla Reggina in virtù di altre occasioni da rete, come quelle avute da Bianchi, che impegna Leali in due circostanze. Al 14′ il numero uno di casa è bravo a distendersi e deviare la sfera in corner, al 27′ para il sinistro centrale del mediano reggino. Le incursioni degli ospiti proseguono ancora con Liotti, la conclusione violenta dal limite chiama all’intervento strepitoso l’estremo difensore marchigiano.
La ripresa vede gli uomini di Sottil più arrembanti, dove l’ingresso di Kragl ha dato più brio alle azioni dell’Ascoli.Su un’ingenuità di Cionek (uno dei migliori fino al momento del pari) e la complicità di Guarna, l’Ascoli all’83’ perviene al pareggio con Cangiano, una spina nel fianco della difesa amaranto. Sulle ali dell’entusiasmo, gli uomini di Sottil continuano a spingere e trovano il gol del sorpasso con Kragl sugli sviluppi di un tiro dalla distanza che non dà scampo a Guarna. Un finale amaro per la squadra di Baroni, che vede sfumare la possibilità di tornare dal Del Duca con l’intera posta in palio.