Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 25 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Sanità,chi governa non conosce la drammatica situazione degli ospedali. Ci sono reparti che non possono garantire medici ed infermieri per trasferire un paziente Significa chiusura.In pratica non garantire l'ordinaria amministrazione. Non lo vogliono capire che manca il personale medico e paramedico e nessuno fa niente per risolvere la drammatica situazione. Lo scandalo delle cooperative a 120 euro l'ora è una vergogna senza precedenti, che non ha risolto il problema, anzi ha solo arricchito chi utilizza questo strumento

Sanità,chi governa non conosce la drammatica situazione degli ospedali. Ci sono reparti che non possono garantire medici ed infermieri per trasferire un paziente Significa chiusura.In pratica non garantire l'ordinaria amministrazione. Non lo vogliono capire che manca il personale medico e paramedico e nessuno fa niente per risolvere la drammatica situazione. Lo scandalo delle cooperative a 120 euro l'ora è una vergogna senza precedenti, che non ha risolto il problema, anzi ha solo arricchito chi utilizza questo strumento

Sanità, chi governa non conosce la drammatica situazione degli ospedali. Ci sono reparti che non possono garantire medici ed infermieri per trasferire un paziente.
Significa chiusura. In pratica non garantire l’ordinaria amministrazione.
Non lo vogliono capire che manca il personale medico e paramedico e nessuno fa niente per risolvere la drammatica situazione. Lo scandalo delle cooperative a 120 euro l’ora è una vergogna senza precedenti, che non ha risolto il problema, anzi ha solo arricchito chi utilizza questo strumento.
La gravissima crisi degli ospedali per mancanza di medici e infermieri è sotto gli occhi di tutti. Il Governatore Occhiuto ha tentato di risolvere la situazione con la convenzione dei medici cubani, purtroppo si tratta di una goccia in un mare aperto. Il fallimento delle cooperative con uno sperpero di soldi da far paura, ha aggravato la situazione, far soldi facili, evitando le assunzioni. È piu conveniente prendere 120 euro l’ora che 1600 euro al mese. Un meccanismo che allontana le risorse migliori. Insomma meglio per i giovani medici trasferirsi all’estero in equipe dove imparano il mestiere, che lavorare in ospedali italiani sotto pagati e senza motivazione. L’ordinanza del dirigente Andreacchi di imporre un medico ed un infermiere per il trasferimento dei pazienti ad altri ospedali, nei fatti significa chiudere interi reparti in Calabria, proprio per mancanza di personale. Si rischia di chiudere gli ambulatori e non garantire i pazienti ricoverati. Abbiamo la sensazione che chi governa la sanità non ha il polso della situazione. Per questo motivo ed altri il 4 maggio a Polistena scatta lo sciopero generale per difendere l ‘ospedale cittadino da attacchi senza precedenti.