Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 21 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Rifiuti Terzigno, Berlusconi assicura che in 10 giorni tutto tornerà alla normalità

Rifiuti Terzigno, Berlusconi assicura che in 10 giorni tutto tornerà alla normalità

| Il 22, Ott 2010

L’attività di smaltimento sarà diretta da Bertolaso

Rifiuti Terzigno, Berlusconi assicura che in 10 giorni tutto tornerà alla normalità

L’attività di smaltimento sarà diretta da Bertolaso

 

(AGI) ROMA – “Prevediamo che in dieci giorni la situazione possa tornare nella norma. Entro dieci giorni dalla discarica di Terzigno non proverranno odori o miasmi, che giustamente hanno preoccupato e preoccupano la popolazione”. Lo assicura il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a conclusione del Cdm nel corso di una conferenza stampa riferendosi al caos rifiuti a Napoli. Il premier annuncia anche che l’attivita’ per lo smaltimento dell’emergenza rifiuti a Terzigno “sara’ diretta da Guido Bertolaso, che si trasferisce a Napoli”. “Si tira dritto – spiega – bisogna applicare il piano rifiuti senza esitazioni”. “Non serve alcun piano d’emergenza, il fenomeno non e’ cosi’ esteso e grave”, afferma il premier e non ci sono preoccupazioni per la salute dei cittadini”. Berlusconi poi rassicura: “queste cave saranno coperte di terra e si potra’ impiantarvi boschi o parchi”. Ma a Terzigno la situazione resta tesa, dopo una notte di scontri e incendi oggi, nuove tensioni, un manifestante e’ rimasto leggermente ferito e la polizia ha trovato e sequestrato 10 molotov. Sulla grave situazione e’ intervenuto anche il leader della Lega Umberto Bossi: “bisogna intervenire”, ha detto, per risolvere l’emergenza rifiuti in Campania, perche’ “non si puo’ correre il rischio che ci scappi il morto”. Sull’emergenza rifiuti scende in campio anche la Commissione europea: Joe Hennon, portavoce del commissario all’Ambiente, Janez Potocnik ha detto che “le autorita’ italiane debbono definire un piano per gestire (la crisi) rifiuti nella regione” perche’ siamo di fronte ad una situazione “grave”. Poi ha aggiunto: il piano dovra’ soddisfare la Commissione perche’ in caso contrario l’Ue sara’ obbligata a procedere con la procedura di infrazione. “Ringraziamo il governo per aver preso queste decisioni in modo tempestivo”, afferma il governatore della Regione Campania, Stefano Caldoro al termine della riunione tecnica a palazzo Chigi. Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, dal canto suo, ribadisce nel corso di un incontro con stampa: “Basta con le bugie, la crisi nello smaltimento rifiuti nel napoletano non dipende da Napoli e dalla sua percentuale di differenziata”. Dall’opposizione interviene il capogruppo Idv alla Camera Massimo Donadi: “Berlusconi menava vanto di aver risolto l’emergenza rifiuti in Campania. Quanto sta accadendo a Terzigno, invece, significa solo una cosa: ha detto un mare di ‘ecoballe, tante quante la montagna di rifiuti che attende di essere smaltita.

redazione@approdonews.it