Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 10 AGOSTO 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Rifiuti, Ecopiana ottiene giustizia al TAR. Accolta la sospensiva dopo l’interdizione antimafia. L’azienda cittanovese può ripartire Jimmy Guerrisi: “Quando ho appreso la notizia dell’accoglimento del ricorso mi sono commosso. E ho pensato alla mia famiglia e ai miei dipendenti. Bisogna sempre avere fiducia nelle istituzioni. Noi imprenditori abbiamo il dovere di ripudiare la ‘ndrangheta e lavorare nella legalità”

Rifiuti, Ecopiana ottiene giustizia al TAR. Accolta la sospensiva dopo l’interdizione antimafia. L’azienda cittanovese può ripartire Jimmy Guerrisi: “Quando ho appreso la notizia dell’accoglimento del ricorso mi sono commosso. E ho pensato alla mia famiglia e ai miei dipendenti. Bisogna sempre avere fiducia nelle istituzioni. Noi imprenditori abbiamo il dovere di ripudiare la ‘ndrangheta e lavorare nella legalità”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

05Di LL

ll Tar di Reggio Calabria da ragione alla società Ecopiana Srl azienda emergente nel settore dei rifiuti. Accolta la sospensiva che nei fatti consente alla azienda guidata da Jimmy e Carmela Guerrisi di poter ripartire nei lavori inerenti gli appalti pubblici. La società di Cittanova difesa dagli avvocati Romola e Milicia con questa decisione può riprendere la propria tranquillità aziendale. La Prefettura aveva disposto il provvedimento di esclusione dalla lista per un presunto condizionamento della società da ambienti legati alla Ndrangheta . Nei fatti l’esclusione dagli appalti pubblici rischiava di mettere in ginocchio l’azienda della famiglia Guerrisi. Approdonews ha contattato telefonicamente Jimmy Guerrisi amministratore della società e dirigente di punta della Confindustria di Reggio Calabria:

“Quando ho appreso la notizia dell’accoglimento del ricorso mi sono commosso. E ho pensato alla mia famiglia e ai miei dipendenti. Bisogna sempre avere fiducia nelle istituzioni. Noi imprenditori abbiamo il dovere di ripudiare la ‘ndrangheta e lavorare nella legalità”.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings