Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), FRIDAY 17 SEPTEMBER 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Regione Calabria: Assunzioni di… portaborse, autisti, “co.co.co.” e… “Non ci resta che piangere” Agli sgoccioli dell'ultimo sole (per alcuni) in Consiglio Regionale le infornate di nomine procedono senza pudore né vergogna. All'interno l'elenco completo dei nomi

Regione Calabria: Assunzioni di… portaborse, autisti, “co.co.co.” e… “Non ci resta che piangere” Agli sgoccioli dell'ultimo sole (per alcuni) in Consiglio Regionale le infornate di nomine procedono senza pudore né vergogna. All'interno l'elenco completo dei nomi

Cosa dire? Da dove iniziare? Sarà come sempre una perdita di tempo a scrivere sempre le solite cose? Dalle quali si evince il disprezzo totale della politica per i soldi pubblici che vengono utilizzati per costruire il consenso di un’eventuale rielezione al Consiglio Regionale della Calabria.
Un’assise regionale che sembra continuare per la sua strada e non con gli “affari correnti”, a meno che i vari consiglieri regionali, così come la giunta (non è esente da critiche, anche sprezzanti), avranno capito male che, “correnti” vorrebbe dire, chi fa parte del loro entourage da “galoppini galoppanti in usufrutto”, utilizzando un termine ironico.
L’altro ieri, la bravissima Alessia Bausone ha messo in evidenza l’infornata dei sempre verdi “co.co.co.”, dei portaborse, autisti vari e collaboratori, mentre, si spera almeno questa volta, la legislatura regionale sta volgendo al termine in quanto si dice, ma non si conferma, che verso la fine di settembre dovrebbe votarsi, e stavolta non facciamo scherzi perché la misura è colma e anche se non sembra i calabresi ne hanno le scatole piene di questa reggenza nata dopo la triste scomparsa di Jole Santelli. Covid a parte, siccome tra Green Pass e bufale da virologia spinta, le elezioni non devono e non possono più essere rinviate.
Ora, ripetere le stesse cose che stiamo scrivendo da tantissimi anni e ultimamente con indignazione, visto che, come abbiamo scritto più volte che dal 15 ottobre del 2020 il presidente della Regione Calabria regolarmente eletto dal popolo e durato solo otto mesi, purtroppo è venuto a mancare, ma come se alla Regione, tra Consiglieri e Giunta, tutto si è proceduto normalmente con la nomina di collaboratori ed autisti e sempre presenti “co.co.co”, i quali ancora, pur sforzandoci non si comprende bene a cosa servono e quali siano le loro funzioni ai fini dello giustificare l’utilizzo di soldi pubblici.
Perché non si comprende bene, leggendo i vari curriculum ed essendo essi stessi nominati dai vari consiglieri regionali, la funzionalità di chi “analizza gli agrumi” o una “wedding planner”, magari per organizzare un matrimonio e stabilire quali agrumi possono essere consoni per le spremute degli aperitivi della casa? Il barman per servirlo c’è pure, l’organizzazione è completa. Per le acconciature della sposa ci sarebbero anche dei parrucchieri, poi se si hanno problemi con la propria automobile, abbiamo carrozzieri, meccanici o magari che ne so, smacchiare i vestiti c’è un co.co.co che ha una lavanderia. E che fai non ce lo metti un carpentiere per ogni evenienza in questi co.co.co.?
Si tratta di impiego di denaro pubblico non di poco conto e che si aggiungono agli altri, i portaborse, autisti ed altri dove vengono piazzati, tra cui anche ex amministratori ed “altri”. Ma la cosa che più fa specie, eh sì fa proprio specie riluttante e vomitevole che alcuni sono elargitori di morale, della rettitudine morale (?) al servizio (?) dei cittadini (quando servono i loro voti).
È una “sporca faccenda” ed al contempo diciamolo chiaramente, una “porcata morale 2.0”. Ci verrebbe voglia anche a noi di dire quello che forse per pudore non scriviamo, ma dobbiamo darne conto, cercando di far capire ai cittadini che leggono: “Vi rendete conto chi avete votato?”, ma a tutti i livelli perché tra i beneficiari c’è anche “pescato locale” sia di Taurianova che di altre città. Noi non faremo i nomi di Arena, Arcuri, Raso e altri (pure di Taurianova). Non li faremo i nomi di questi che, complessivamente andranno oltre 7.600 euro fino al 31 luglio prossimo, così è scritto.
Noi non ci indigneremo se tra i co.co.co. ci sono pure dei professionisti finanche giornalisti e che magari criticavano questi modi di agire della politica, i quali percepiscono dei “contentini” e che noi pensiamo, anzi, azzardiamo a pensare che magari potrebbero anche farne a meno di questo denaro pubblico, visto che c’è in atto di osservazione una sorta di “aristocrazia da parvenza dilagante”, ma facciamo finta di non capire né di sparare sulla croce rossa…
Il nostro “j’accuse” semmai ce ne fosse bisogno, non è per i beneficiari anzi, ce ne guardiamo bene, loro sono solo gli “utilizzatori finali”, ma con chi ha il potere di elargire, ovvero consiglieri regionali che si sono “scontrati” con la dea bendata in quell’incarico e che forse, anzi quasi sicuramente non saranno più rieletti, come Anastasi e qualcun altro.
Noi non faremo la morale dell’orologeria e della doppia mandata, per fare un ennesimo “’j’accuse” agli “utilizzatori finali” perché in fondo qualche spicciolo in tasca in più fa sempre comodo, e magari qualcuno ne ha anche necessità.
Noi ci indigniamo per un motivo che supera tutto il resto ed è nella lettura delle note stampa di questi “politici” baciati dalla fortuna e dal bradipo in calore, i quali scrivono di problemi della regione, propongono soluzioni, sono contro il malaffare e la corruzione nonché lo sperpero di soldi pubblici (me co…ni), e quando leggi, ti chiedi, “ma ci sono o ci fanno?”. E così sia…
(GiLar)

CLICCA NEL LINK SOTTOSTANTE PER SCARICARE L’ULTIMO ELENCO COMPLETO DEI CO.CO.CO. Aggiornato al 27 luglio 2021 dal sito del Consiglio Regionale della Calabria

Cococo Luglio 2021