Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 12 AGOSTO 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Reggina : inizia ufficialmente l’era di Antonio Tempestilli Gallo : “il futuro capitano della Reggina dovrà provenire dal settore giovanile”. Tempestilli : “non sono qui per fare carriera. Riallacceremo i rapporti con le realtà del territorio”

Reggina : inizia ufficialmente l’era di Antonio Tempestilli Gallo : “il futuro capitano della Reggina dovrà provenire dal settore giovanile”. Tempestilli : “non sono qui per fare carriera. Riallacceremo i rapporti con le realtà del territorio”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

DI ANTONIO SPINA

Il nuovo dirigente amaranto, alla presenza del Presidente Luca Gallo, è stato presentato stamattina presso la Tribuna Vip dello stadio Oreste Granillo. Antonio Tempestilli ricoprirà il ruolo di responsabile del settore giovanile amaranto e della squadra femminile della Reggina. Tempestilli, legato da sempre alla Roma nei panni sia di calciatore che in qualità di allenatore delle squadre giovanili vincendo – il titolo di Campione d’Italia nella stagione ‘95/’96 con la formazione dei Giovanissimi nazionali – ed ancora Team Manager e responsabile organizzativo della prima squadra, arriva a Reggio Calabria con tantissima voglia di portare il settore giovanile della Reggina ad alti livelli, come un tempo.
Un grandissimo colpo quello messo a segno in chiave linea verde, attraverso il quale l’obiettivo è quello di raggiungere risultati importanti. “Il mio sogno è quello di trovare nel settore giovanile il futuro capitano, nato a Reggio e tifoso della Reggina, che nasce e cresce nel club e che rappresenta il modo di vivere e di pensare della città ”. Così si è espresso il n.1 amaranto.
“ Se sono qui lo devo tutto al Presidente Gallo. Conosco Reggio e la Reggina. Ci sono tutte le condizioni per lavorare bene, come le strutture, un presidente ambizioso, un direttore sportivo e lo staff tecnico. La tradizione parla chiaro, qui sono cresciuti giovani divenuti nel tempo grandi calciatori e, quindi, bisogna ritornare a seminare riallacciando i rapporti con le realtà presenti sul territorio “. Ha esordito così Tempestilli in sede di presentazione, per poi proseguire. “ L’intero movimento andrà riorganizzato e non mancheranno le difficoltà. In tempi di Covid come questo non è possibile fare selezioni, dovremo indirizzarci su un percorso step by step. Per far crescere ragazzi di livello ci sarà bisogno di tecnici preparati e di qualità. Ho già visitato il centro sportivo S.Agata e costituisce un bene notevole per la società “. Infine sull’addio alla Roma : “ Ho trascorso una vita a Trigoria. I rapporti possono pure finire nella vita, ma è importante il modo come ciò avviene. Sono stato mandato via in maniera scorretta e dopo 33 anni non era giusto succedesse così. Ho 60 anni e non sono venuto qui per fare carriera, ma voglio dare il mio contributo con la massima disponibilità ed il massimo rispetto nei confronti di tutti e da parte di tutti “.

FOTO VALENTINA GIANNETTONI

Partecipa alla discussione

Change privacy settings