Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), WEDNESDAY 16 JUNE 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

“Chi ha paura del lupo cattivo?”, Romeo precisa e Mamone risponde

“Chi ha paura del lupo cattivo?”, Romeo precisa e Mamone risponde

In merito all’articolo da noi pubblicato con il titolo “Chi ha paura del lupo cattivo?”, riceviamo e pubblichiamo una lettera di precisazione del coordinatore provinciale della Lista Scopelliti a Reggio Calabria avv. Oreste Romeo, e di seguito la risposta del direttore di ApprodoTV Luigi Mamone

Notizie correlate:

Chi ha paura del lupo cattivo?

“Chi ha paura del lupo cattivo?”, Romeo precisa e Mamone risponde

 

In merito all’articolo da noi pubblicato con il titolo “Chi ha paura del lupo cattivo?”, riceviamo e pubblichiamo una lettera di precisazione del coordinatore provinciale della Lista Scopelliti a Reggio Calabria avv. Oreste Romeo, e di seguito la risposta del direttore di ApprodoTV Luigi Mamone.

Egregio e Stimato Dott. Luigi MAMONE, Direttore di APPRODONEWS, ho seguito sul Quotidiano on line e sul Telegiornale da Lei diretti, nonché, addirittura, su You Tube, il resoconto giornalistico a Sua pregiata firma sul meeting taurianovese del 18 ottobre u.s. della LISTA SCOPELLITI PRESIDENTE. I titoli con i quali i pezzi sono stati annunciati obliterano ed annichiliscono la prudenza espressiva che, a mò di foglia di fico, traveste il corpo degli stessi, sino a non lasciare soverchi dubbi su una volontà di insolentire che, pur non appartenendomi per educazione e stile, mi è stata forzatamente appioppata ad irreparabile onta di ogni evidenza.

Nell’ottica di un rapporto di leale e reciproca collaborazione, vorrei che fosse chiaro a Lei, Caro Direttore, ed ai cittadini di Taurianova, che non dovrebbero essere i soli destinatari delle Sue scuse, che il sottoscritto, non solo nella delicata funzione politica della quale è investito, non è solito rivolgere strali verso chicchessia, meno che mai, poi, scriteriatamente, come i Suoi pezzi lasciano intendere grazie all’accorgimento (?) della parziale estrapolazione di un brano da un più ampio contesto logico-argomentativo. Quale motivo avrei avuto di rivolgere le mie doglianze verso una Testata, la Sua, che si è sin qui dimostrata democratica, aperta al confronto e, soprattutto, oltremodo attenta ai fermenti in atto nella società non solo della provincia reggina? Come avrei potuto accusare, proprio Lei, di un servizio che ancora APPRODONEWS, unico mezzo di informazione presente, non poteva avere allestito sulla manifestazione politica di Taurianova? Stimato Direttore, mi creda, le parole sulle quali si è consumato il Suo equivoco, sulle quali peraltro ho incontrato l’entusiastico consenso della gente, volevano rassicurare in relazione a delicate problematiche sollevate da un nostro simpatizzante, il dott. Carlo TERRANOVA, dichiaratosi apertamente allarmato dalle estenuanti performances riservate a platee televisive nazionali oltremodo discusse e discutibili da personaggi politici che non perdono occasione per attaccare chicchessia, in primis l’artefice del Cambiamento in Calabria, salvo poi sconfessare sé stessi su richiesta del Leader politico di riferimento.  Era accaduto con le deputate del Parlamento Nazionale ed è accaduto dopo la messa in onda della puntata di “Anno Zero” del 7 ottobre 2010. Orbene, poiché non ho dubbi sulla Sua sete di Verità, Lei potrà e dovrà agevolmente verificare che le parole del Suo amico, dott. Carlo TERRANOVA, Le sono senz’altro sfuggite mentre  intervistava nella saletta attigua dell’accogliente Palazzo ZERBI l’On.le Giovanni BILARDI, l’On. Candeloro IMBALZANO ed il sottoscritto, mi pregio di inviarLe i più cordiali saluti, nella certezza che le presenti osservazioni, delle quali avrei fatto volentieri a meno, saranno integralmente pubblicate, come si conviene in un rapporto di correttezza, con il dovuto risalto e negli stessi siti di pubblicazione dei servizi sopra menzionati, quale ineludibile restitutio in integrum.

La risposta di Luigi Mamone.

Prendiamo atto della lettera che l’Avv. Oreste Romeo ha  inviato in risposta al nostro articolo nel quale avevamo puntualizzato la nostra buona fede e la nostra  indipendenza  giornalistica.

Se ci è sfuggito  un passaggio di precedenti oratori,   a causa di contestuali  interviste da noi registrate  mentre si susseguivano gli interventi , la cosa ci riempie di gioia perché essere accusati di insolentire chicchessia ci da fastidio. Certo che , per  dovere verso  la nostra platea televisiva e mediatica,  quando affronteremo  le problematiche serie ed importanti: quelle che riteniamo prioritarie  per fare uscire la Calabria dal guado nel quale da troppi anni affonda,  qualcuno  certamente  si sentirà attaccato. Ma gli attacchi,  e le contrapposizioni dialettiche e di programma , di visione e di impostazione  di una progettualità nuova sono cose diverse dall’insolentire. E per non lasciare tutto a domani, La invito, a  ascoltare i su approdo tv  la nostra inchiesta sulla agonia dell’agricoltura  e , al contempo , ad una prima presa ufficiale di posizione  , aperta e costruttiva  al fianco di Approdo News  e degli agrumicultori calabresi che anche quest’anno fra l’indifferenza generale della classe politica ( soprattutto di governo nazionale )  vedono compromesse le loro possibilità di ricavare  finanche un minimo di economicità attraverso la raccolta degli agrumi, il cui prezzo non regge i costi aziendali italiani e la concorrenza  di , tanti troppi, paesi produttori esteri.  Nulla finora la classe politica ha fatto  per  difendere e rilanciare il comparto agrumicolo. E’ ora di muoversi!   E noi – dal versante giornalistico,  abbiamo fatto il primo passo e speriamo di averLa  al nostro fianco.  La lotta alla ndrangheta , la difesa delle istituzioni, passano attraverso la crescita civile e culturale  e la creazione di posti di lavoro.  L’inchiesta sulla crisi dell’agrumicultura è la prima: A questa ne seguiranno altre. Ci auguriamo di averla  al Nostro fianco, con l’autorevolezza che s’impone per  far quadrato insieme  a noi in difesa della nostra terra e per l’affermazione delle grandi battaglie di civiltà che intendiamo condurre , certi che la nuova stagione politica che si lega al nome del Presidente Scopelliti saprà valorizzare i meriti , le idee e i progetti e porrà fine ai tanti,  troppi clientelismi e nepotismi  che negli ultimi anni siamo stati costretti a registrare.

E per la dimostrarLe la nostra oggettività manderemo in rete senza tagli o montaggi la registrazione integrale  del suo intervento, alla convention di Villa Zerbi,  preceduto dal saluto del Dott. Coco,  da noi interamente ripreso e registrato

Colgo l’occasione per  porgerLe vive cordialità.

redazione@approdonews.it