Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SATURDAY 28 NOVEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Pedemontana, preoccupazione tra gli agricoltori sulla mancata realizzazione dell’accesso ai terreni Progetto che sta a cuore all’intera comunità taurianovese e della Piana dove gli agricoltori restano sorpresi perché tale opera non è stata ancora realizzata. Ora l’attenzione viene rivolta al Sindaco Rocco Biasi ed ai Responsabili

Pedemontana, preoccupazione tra gli agricoltori sulla mancata realizzazione dell’accesso ai terreni Progetto che sta a cuore all’intera comunità taurianovese e della Piana dove gli agricoltori restano sorpresi perché tale opera non è stata ancora realizzata. Ora l’attenzione viene rivolta al Sindaco Rocco Biasi ed ai Responsabili

Premesso che nel progetto iniziale della PEDEMONTANA, ritenendola utile e necessaria per la viabilità e la comunicazione, era di già prevista una rampa, in entrata ed in uscita, nel territorio di cui parliamo, progetto che sta a cuore all’intera comunità taurianovese e della Piana dove gli agricoltori restano sorpresi perché tale opera non è stata ancora realizzata. Ora l’attenzione viene rivolta al Sindaco Rocco Biasi ed ai Responsabili.
Scrivo nella qualità di Presidente dell’associazione Onlus “Oasi degli Asinelli” di proprietario e in rappresentanza di molti altri possidenti di terreni ben coltivati siti nel Comune di Terranova Sappo Minulio, terreni dove è presente anche la struttura recettiva in cui ha sede l’Onlus. I numerosi proprietari (oltre 250 tra i quali l’importante” Azienda Rossi”) di detti terreni sono tutti interessati dai lavori di realizzazione della “Pedemontana della Piana di Gioia Tauro S.G.C. Cinquefrondi-Delianuova” svincolo Taurianova ex S.S. 111- innesto verso Oppido Mamertina. La realizzazione della Pedemontana, utilissima per altri aspetti, ha arrecato notevoli disagi e danni in quanto ha precluso, agli stessi proprietari, la possibilità di accedere dalla via pubblica ai terreni di loro proprietà, rendendo in tal modo impossibile lo svolgimento di tutte le attività soprattutto quelle di natura agricola.
In verità, al fine di consentire l’accesso ai terreni interessati dai lavori di completamento della Pedemontana, è stato realizzato una sorta di tunnel (cui convergono stradine laterali) che passa sotto la strada in costruzione, tuttavia, tale accesso è risultato inidoneo a consentire un passaggio pedonale e carraio scorrevole.
Infatti, il tunnel (il cui accesso è rischioso perché in curva sulla statale Terranova-Taurianova) non solo è risultato inadeguato per le sue dimensioni a consentire il passaggio di mezzi agricoli di notevole dimensioni che devono, necessariamente, raggiungere i terreni per lo svolgimento delle attività agricole di raccolta dei Kiwi ed altro, ma soprattutto, nella stagione invernale, il tunnel viene completamente invaso dall’acqua e di fango, precludendo, di fatto, il passaggio a qualsiasi mezzo o persone.
È evidente che si rende necessario, per tutto il comprensorio della cosiddetta “Valle del Marro”, la realizzazione di uno svincolo della Pedemontana o comunque di un’adeguata via di accesso alla via pubblica che risulti facilmente fruibile sia dagli imprenditori agricoli per il trasporto e commercio dei loro prodotti, sia per i fruitori (Persone che sono, in gran parte, diversamente abili) della struttura dell’Oasi degli Asinelli, “Oasi” che a causa dei disagi sopra esposti, opera solo in parte e con notevoli difficoltà.
A ciò si aggiunga che il problema della mancata realizzazione dello svincolo con la Pedemontana era stato già segnalato non solo dal presidente della Onlus “Oasi degli Asinelli”, il quale – in data 29.04.2019 – con oggetto: richiesta previsione SVINCOLO della strada “PEDEMONTANA”, tratto di territorio compreso tra i comuni di Taurianova e Terranova Sappo Minulio (Strada Cappelle), aveva inviato una petizione sottoscritta da 250 agricoltori, operatori e gestori di attività del settore in tale senso al Sindaco Città Metropolitana Reggio Calabria, all’Ing. Pietro Foti, Dirigente viabilità Città Metropolitana Reggio Calabria, al Sindaco di Terranova Sappo Minulio ed all’ex Sindaco di Taurianova Fabio Scionti, senza mai avere alcun riscontro, mai una parola di sostegno.
L’Oasi degli Asinelli è un’associazione Onlus, che, con l’aiuto di un gruppo di volontari, è impegnata nel sociale occupandosi di anziani, disabili, ragazzi disagiati ed altre Persone appartenenti a categorie in situazioni di marginalità e difficoltà. L’associazione è stata costituita nell’
anno 2012, a Terranova Sappo Minulio, con lo scopo di offrire servizi e diverse prestazioni socio-riabilitative ed educative rivolte, in particolare, a soggetti affetti da disabilità fisiche e/o di tipo psichico-cognitivo.
Pertanto è di vitale importanza che l’intero comprensorio della “Valle del Marro” disponga di un sistema viario efficiente, ma soprattutto di un apposito “svincolo” della Pedemontana, facilmente utilizzabile, sia per i tanti imprenditori agricoli, che per il commercio e trasporto dei loro prodotti. Di strade adeguate hanno bisogno, anche, chi ha necessità di raggiungere la stessa struttura dell’Oasi, che, come detto, interagisce con Enti pubblici e privati nonché con Scuole di diverso ordine e grado.
Senza il richiesto collegamento della Pedemontana con il territorio in questione, resta isolata anche la zona sud di Jatrinoli, del comune di Taurianova, dove sono ubicate il cimitero, l’isola ecologica e diverse attività commerciali.
Per quanto sopra detto, chiedo – al legale rappresentante della città Metropolitana di Reggio Calabria ed ai Signori Responsabili Settore 15 Pianificaz. Territ.le-Urbanistica-Espropri-Concessioni
Demaniali-ATO, Reggio Calabria ed alle autorità competenti – di fattivamente intervenire in merito alla richiesta per la realizzazione dell’indispensabile e necessaria adeguata via di accesso a terreni e strutture nell’area interessata.

Change privacy settings