Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), FRIDAY 17 SEPTEMBER 2021

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Pedemontana, Danni a seguito di eventi alluvionali su terreni e strutture e ripristino argini Rosario Forgione scrive a ing. Pietro Foti e arch. Giuseppe Mezzatesta, Città Metropolitana

Pedemontana, Danni a seguito di eventi alluvionali su terreni e strutture e ripristino argini Rosario Forgione scrive a ing. Pietro Foti e arch. Giuseppe Mezzatesta, Città Metropolitana

Riceviamo e pubblichiamo

Con la presente comunicazione il sottoscritto Sig. Rosario Forgione, proprietario di fondo rustico, portavoce degli altri proprietari terrieri interessati, nonché Presidente dell’Associazione “Oasi degli Asinelli” con sede in Terranova Sappo Minulio, invitano, le Autorità in indirizzo, a prendere atto di quanto segue:
Durante il corso degli anni gli scriventi hanno subito una serie di danni a terreni, piantagioni, colture e attrezzature in essi presenti a seguito di eventi di maltempo che hanno interessato l’area in cui sono ubicati i terreni oggetto della presente comunicazione.
A tale scopo si segnala che, nel periodo 02/2009, 09/2009, 03/2010, 11/2010 11/2011 e 11/2015, a seguito di eventi alluvionali sui terreni di seguito specificati, si sono avuti danni a strutture (segnalati dai Funzionari Demanio idrico, fluviale dell’area 10) per come riportato nelle perizie stilate da Tecnico Abilitato sui terreni di seguito indicati:
COMUNE FOGLIO PARTICELLA QUALITA’ SUPERFICIE Ha.are.ca
TERRANOVA S.M. 1 1 AGRUMETO 02.59.30
TERRANOVA S.M. 1 2 FABB. RURALE 00.00.61
TERRANOVA S.M. 1 3 ENTE URBANO 00.07.20

Il perdurare ed il ripetersi di tali eventi è dovuto alla incuria in cui si trova il Torrente Razzà che viene lasciato in totale stato di abbandono e gli interventi precedentemente eseguiti non sono stati effettuati a regola d’arte per cui il muro residuo è stato lasciato nel greto del fiume
(Pag. 2 di 3)

generando impedimento al regolare flusso delle acque; faccio notare che a valle, a circa 200 metri, sempre nello stesso ponte “cavalcavia”, permane una discarica a cielo aperto e un canneto che ostruisce fortemente il corso del torrente, formando una strettoia ad imbuto, riducendo il letto del fiume a due metri.
Lo stesso torrente, nel tratto interessato, traccia il suo percorso tra i comuni di Taurianova (RC) e quello di Terranova Sappo Minulio (RC) e l’incostante incuria degli argini e quindi la mancata ripulitura degli stessi, il mancato mantenimento e la errata gestione e/o realizzazione delle opere di contenimento, ha comportato il continuo tracimare del torrente nei terreni in oggetto, provocando ingenti danni a terreni e cose si intima pertanto alla realizzazione delle opere necessarie al non perpetuarsi di tale situazione che mette a rischio non solo la vita dei possidenti ma anche l’incolumità di frequentatori e cittadini.
La mancata manutenzione (in modo particolare la pulizia dai detriti) ha avuto l’effetto di non garantire la corretta regimazione delle acque meteoriche, in modo da evitare danni ai terreni o a cose siti a valle. La conseguenza inevitabile è stata che a seguito di quanto evidenziato si è avuto il riversamento, nella proprietà del ricorrente, dell’acqua e di tutto ciò che essa trasportava, provocando evidenti fenomeni erosivi, l’accumulo di detriti, lo sradicamento di alcune piante e la dismissione della stessa Strada Comunale Cantele.
Vista la ripetitività degli eventi, l’antropizzazione e l’interesse agricolo della zona e il nascere della nuova rete viaria che coinvolge la medesima area (Realizzazione della Strada Pedemontana) oltre alla realizzazione di adeguate opere di contenimento delle acque meteoriche (proporzionata ai flussi idrici invernali) opportuna sarebbe da considerarsi la realizzazione, ad opera degli organi di competenza, di un ponte atto a consentire l’attraversamento del torrente Razzà che colleghi la strada comunale Cantele con la Contrada Petromeo (Furnà), onde evitare futuri danni che potrebbero pregiudicare non solo lo stato del territorio, ma addirittura l’incolumità di ignari cittadini.
Si invitano pertanto le S.V.Ill.me in indirizzo a voler tenere conto della presente e chiedo quanto quì di seguito specificato:

(Pag. 3 di 3)

 Ripulitura, cura, mantenimento e gestione dell’alveo e degli argini del torrente Razzà;
 Sbancamento del letto fluviale (che negli anni si è innalzato a tal punto da superare le proprietà limitanti);
 Realizzazione di nuovo muro di cinta con adeguato innalzamento dei muri esistenti;
 Realizzazione opere di contenimento del torrente;
 Realizzazione opere di viabilità (strade e viadotti e muro di mantenimento);
 Che tali opere possano essere eseguite nella tempestività.

Alle comunicazioni inviate non è giunta, ancora, alcuna notizia.
In attesa di cortese riscontro saluto distintamente.
Rizziconi, 11/09/ 2021