Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 AGOSTO 2022

Torna su

Torna su

 
 

Pd e Azione Taurianova, Carenza idrica. “La regola della coerenza è una regola fantasma” "La regola della COERENZA è una regola fantasma per l’attuale governo cittadino! Speriamo di non SUSHItare delle reazioni brusche nella maggioranza, tra i parenti e i profili fake social. Garantire i servizi essenziali è la prima seria prerogativa, che un amministratore dovrebbe avere. La difesa social dei leoni non dimostra certamente la buona capacità di amministrare ma piuttosto la necessità di occultare il solito BLÀ BLÀ delle campagne elettorali"

Pd e Azione Taurianova, Carenza idrica. “La regola della coerenza è una regola fantasma” "La regola della COERENZA è una regola fantasma per l’attuale governo cittadino! Speriamo di non SUSHItare delle reazioni brusche nella maggioranza, tra i parenti e i profili fake social. Garantire i servizi essenziali è la prima seria prerogativa, che un amministratore dovrebbe avere. La difesa social dei leoni non dimostra certamente la buona capacità di amministrare ma piuttosto la necessità di occultare il solito BLÀ BLÀ delle campagne elettorali"

Intervenire per contenere, risolvere e magari preoccuparsi di informare precauzionalmente la cittadinanza in merito alla carenza idrica che si sta registrando in queste calde giornate di agosto, sembra non essere una prerogativa di questa amministrazione.
Eppure, se il sogno del nostro Sindaco si fosse realizzato quando come un folle, sbraitando dal palco convinceva gli elettori a votarlo con proclami privi di pragmaticità… ahhh le docce fresche che avremmo fatto dal 2020 ad oggi!
Tutti ricordiamo la veemenza di chi, in campagna elettorale, millantava di attivare in meno di 100 giorni un massiccio piano di interventi risolutivi che avrebbero definitivamente posto fine al deficitario servizio dell’acqua nella nostra comunità.
“NEI PRIMI 100 GIORNI, RISOLVEREMO IL PROBLEMA DELL’ACQUA E, FINALMENTE POTRETE FARE DOCCE DI MEZZ’ORA (cit. Biasi)”
Forse abbiamo inteso male?
Forse, l’allora Roy Biasi non ancora Sindaco, intendeva dire che di mezz’ora sarebbe stata la disponibilità di acqua di cui avremmo potuto usufruire durante la giornata?
Insomma nonostante gli slogan, il sontuoso “Piano Marshall dell’acqua” decantato dal Sindaco, è svanito nel nulla e gli interventi rapidi e risolutivi hanno fatto flop!
Quello che è certo è che stiamo continuando a vivere sulla nostra pelle i soliti disagi causati dalle continue interruzioni idriche. Da diversi giorni centinaia di utenze si trovano a far fronte all’emergenza idrica e, se la siccità è un problema risaputo, c’è ed è presente, siamo stufi di consolarci con inutili capri espiatori non sufficienti a spiegare tutti i disservizi palesatesi negli ultimi giorni.
Ad emergere è sempre più la scarsa capacità di intraprendere percorsi amministrativi concreti, programmati e ben definiti.
Così, ancora una volta ci troviamo costretti a fare i conti con questo atavico problema che avrebbe potuto essere risolto con i circa 2,5 milioni di euro finanziati dalla Regione Calabria durante l’Amministrazione Scionti per il riefficentamento della rete idrica e soprattutto con l’avvio (che è avvenuto dopo due anni (700 giorni) di amministrazione!!!) della realizzazione dei due Pozzi in località Olivitello pensato ed avviato sempre durante l’amministrazione Scionti.
Ci si poteva dare da fare diversamente senza molti sforzi e senza alcuna difficoltà economica intervenendo in modo quasi risolutivo e limitando i disagi della bella stagione.
Un avrò sbagliato ed esagerato, sarebbe un buon modo per chiedere scusa ai cittadini che oggi patiscono questo disagio; ma il Sindaco e la sua maggioranza, pur avendo fatto un errore ed essendo palesemente dalla parte del torto, non sembrano dimostrare alcuna intenzione di cambiare il proprio atteggiamento.
Ci domandiamo: “quale aspetto mentale può indurli a difendere ciò che l’evidenza dimostra sbagliato e a proseguire come muli sulla via intrapresa?”
La regola della COERENZA è una regola fantasma per l’attuale governo cittadino!
Speriamo di non SUSHItare delle reazioni brusche nella maggioranza, tra i parenti e i profili fake social. Garantire i servizi essenziali è la prima seria prerogativa, che un amministratore dovrebbe avere. La difesa social dei leoni non dimostra certamente la buona capacità di amministrare ma piuttosto la necessità di occultare il solito BLÀ BLÀ delle campagne elettorali.

Azione
Partito Democratico