Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 15 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

‘Ndrangheta, condannati calabresi in Lombardia Oltre un secolo di carcere per i nove imputati a Cantù

‘Ndrangheta, condannati calabresi in Lombardia Oltre un secolo di carcere per i nove imputati a Cantù
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Tutti condannati per un totale di oltre un secolo di carcere i nove imputati nel processo sulla ‘ndrangheta a Cantù, il comune in provincia di Como che tra il 2015 e il 2016 è diventato il teatro di un piccolo romanzo criminale con sparatorie, pestaggi e una gambizzazione nelle vie del centro. La corte del tribunale di Como, presieduta da Valeria Costi, ha accolto le richieste del pm Sara Ombra e ha inflitto la condanna più dura a Giuseppe Morabito, nipote del boss omonimo detto ‘U Tiradrittu’: 18 anni. Poco meno a Domenico Staiti (16 anni e 6 mesi) e a Rocco Depretis (16 anni e 4 mesi). Inferiori ai dieci anni le altre condanne inflitte a Antonio Manno, Valerio Torzillo, Emanuele Zuccarello, Jacopo Duzioni, Andrea Scordo, Luca Di Bella. Per Morabito, Staiti e Depretis, inoltre, è stata disposta la libertà vigilata per tre anni al termine della detenzione in carcere.