Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 12 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

‘Ndrangheta a Torino, traffico di droga e riciclaggio, 16 le condanne alle cosche calabresi in Appello. I NOMI Al centro dell'inchiesta della Dia denominata "Platinum", c’era la famiglia Giorgi di San Luca

‘Ndrangheta a Torino, traffico di droga e riciclaggio, 16 le condanne alle cosche calabresi in Appello. I NOMI Al centro dell'inchiesta della Dia denominata "Platinum", c’era la famiglia Giorgi di San Luca

Si è celebrato il processo in Corte d’Appello il processo denominato “Platinum” contro le cosche calabresi a Volpiano. Nell’ottobre del 2022 si era chiuso con oltre 160 anni di carcere inflitti a 18 persone nel rito abbreviato. Ieri la Corte si è pronunciata su 17 posizioni, in parte confermando, in parte ribaltando il verdetto del gup. Tra questi cnfermata la condanna a 5 anni per Gianfranco Violi, manager che la Dia considera “soggetto al servizio della famiglia Agresta” e quelle inflitte a cinque esponenti della famiglia Giorgi.
Al centro dell’inchiesta della Dia, coordinata dal pubblico ministero Valerio Longi, c’era la famiglia Giorgi di San Luca. Gli attuali imputati erano finiti in manette in una maxi operazione del 5 maggio 2021. Le accuse, a vario titolo, erano di associazione mafiosa, traffico di droga e riciclaggio dei proventi del narcotraffico in attività commerciali.

I NOMI
Gianfranco Violi 5 anni
Antonio Giorgi (classe 1986) 8 anni
Antonio Giorgi (classe 1990) 8 anni
Domenico Giorgi (classe 1963) 17 anni
Domenico Giorgi (classe 1982) 11 anni, 2 mesi e 20 giorni
Francesco Giorgi 16 anni
Giovanni Giorgi 20 anni
Sebastiano Giorgi 19 anni e 6 mesi
Valter Cesare Marvelli 9 anni e 2 mesi
Pietro Parisi 9 anni e 8 mesi
Giuseppe Romeo 8 anni e 8 mesi
Stefano Sanna 7 anni e 8 mesi
Sebastiano Signati 8 anni
Luciano Vacca 4 anni e 8 mesi
Domenico Napoli 1 anno e 6 mesi
Angelo Lucarini assolto
Piero Filippo Colacicco 2 anni e 6 mesi più 8 mila euro di multa
Alberto Lapucci 6 mesi
(Fonte La Stampa)