Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 17 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Masciari, “La strategia della ‘ndrangheta” "Sono tante le stragi compiute ai danni di vittime innocenti che nulla avevano a che fare con sanguinari regolamenti di conti nei quali si sono inconsapevolmente trovate in mezzo"

Masciari, “La strategia della ‘ndrangheta” "Sono tante le stragi compiute ai danni di vittime innocenti che nulla avevano a che fare con sanguinari regolamenti di conti nei quali si sono inconsapevolmente trovate in mezzo"

Di ‘ndrangheta, nonostante il clamore delle operazioni condotte da magistrati e forze dell’ordine, si continua a parlare troppo poco. Come troppo poco si ricorda che il fenomeno ndranghetisco è tutt’altro che lontano dallo spargimento di sangue innocente. Sono tante le stragi compiute ai danni di vittime innocenti che nulla avevano a che fare con sanguinari regolamenti di conti nei quali si sono inconsapevolmente trovate in mezzo. È bene non dimenticare che la ‘ndrangheta è pure questa, che ha affermato il suo dominio anche terrorizzando attraverso una violenza cieca e inaudita. Si deve conoscere, si deve cambiare il modo di osservare la ‘ndrangheta, per evitare che diventi normale ciò che invece è mostruoso. Il modo di agire della ‘ndrangheta è volutamente spesso invisibile. Sembra “non dare fastidio”, sembra non essere un problema, mentre nel silenzio si infiltra e soffoca, avvelenandoli, il lavoro imprenditoriale, la politica, l’economia. È necessario imparare a riconoscerne i segni in ogni settore della vita sociale. La ‘ndrangheta impoverisce tutti per arricchire solo sé stessa, alimentando il suo sistema criminale con dinamiche sempre più raffinate, duttili al cambiamento della società e sempre tendenzialmente invisibili. Nessuno può sentirsi al sicuro quando un mostro, come un sistema criminale quale è la ‘ndrangheta, minaccia la libertà di vivere, lavorare e crescere serenamente di ciascuno.