Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 22 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Magarò: “La Regione pronta a lavorare a fianco della Lanzetta”

Magarò: “La Regione pronta a lavorare a fianco della Lanzetta”

| Il 06, Apr 2012

Coisp: “Necessita costituire una task force di uomini e donne della Polizia da aggregare nella Locride per sostenere la vigilanza fissa al sindaco dimissionario di Monasterace”

Giordano: “L’arrivo della Commissione parlamentare contro la mafia a Monasterace è senz’altro una buona notizia”

Magarò: “La Regione pronta a lavorare a fianco della Lanzetta”

Coisp: “Necessita costituire una task force di uomini e donne della Polizia da aggregare nella Locride per sostenere la vigilanza fissa al sindaco dimissionario di Monasterace” 

 

 

La Segretaria Regionale calabrese del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia – come più volte denunciato nell’ultima campagna di denuncia e di sensibilizzazione “P.S. Pressing” intrapresa nei mesi scorsi, ritiene che la Locride ha bisogno di un’attenzione maggiore da parte delle Istituzioni e della Politica, per fare percepire ai cittadini di quella comunità un maggiore senso di sicurezza e di tutela dei diritti. I gravissimi episodi delinquenziali che di recente si sono verificati a Monasterace a danno della dottoressa LANZETTA Maria Carmela, Sindaco dimissionario, devono portare le Istituzioni ad alzare il tiro di attenzione verso quella parte della società malata e criminale che distrugge il lavoro e l’impegno degli onesti cittadini del territorio. Proprio su queste considerazioni la Segreteria Regionale del Coisp calabrese ritiene necessario l’invio sul territorio di un cospicuo numero di Poliziotti del Reparto Mobile o di altri Uffici preposti, per costituire una task force di uomini e donne della Polizia a sostegno dei Commissariati di Siderno e Bovalino incaricati in parte per garantire il servizio di vigilanza fissa presso l’abitazione della Dr. LANZETTA.

In merito a queste necessità, il Coisp calabrese, ha inviato una missiva al Questore di Reggio Calabria, nella quale ha evidenziato le gravi difficoltà che hanno i due suddetti uffici di Polizia nel garantire la continuità nella vigilanza all’abitazione del Sindaco dimissionario.

Il Commissariato di Siderno ha una carenza di oltre 30 Operatori e di due Funzionari. Le attuali risorse umane sono scarsamente sufficienti per coprire i sevizi di polizia essenziali. L’aggiunta di un ulteriore servizio di vigilanza potrebbe fortemente compromettere l’attività di polizia che da anni viene condotta sul territorio della Locride. Una particolarità di servizi che quotidianamente tale struttura garantisce oltre al normale controllo del territorio. Servizi di vigilanza fissa e scorte a note personalità del territorio, in aggiunta alla funzionalità degli uffici aperti al pubblico, compreso quello dedicato agli stranieri con competenza sui 42 Comuni della Locride ed al proseguo delle indagini sui vai reati riscontrati sul territorio. Il Coisp della Calabria denuncia la forte preoccupazione per la futura gestione di ulteriori servizi di ordine pubblico che si possono presentare agli Operatori della Polizia di Stato di Siderno e Bovalino con l’avvicinarsi della stagione estiva della Locride, che come ogni anno, richiama numerosi turisti con un incremento della richiesta di controllo del territorio. La situazione potrà ancora aggravarsi, se si tiene conto che con l’arrivo dell’estate potrebbe, come si è già verificato in passato, accompagnarsi ad ulteriori sbarchi di profughi sulla costa locrese.

In virtù di questi fatti, la Segreteria Regionale del Coisp ritiene urgente trovare un’alternativa per garantire il presidio fisso presso l’abitazione della dott.ssa LANZETTA Maria Carmela, che non coinvolga direttamente il personale di Polizia di Siderno e Bovalino. Alternativa che può essere affrontata subito con l’invio in loco di una task force di uomini e donne della Polizia, per sostenere la vigilanza fissa alla suddetta personalità e consentire agli operatori della sicurezza del territorio di contrastare e combattere i crescenti fenomeni delinquenziali.

MAGARO’: LA REGIONE PRONTA A LAVORARE A FIANCO DEL SINDACO DI MONASTERACE

“I Dirigenti generali dei Dipartimenti della Regione Calabria sono disponibili, sin da subito, a recarsi presso il Comune di Monasterace e supportare l’attività amministrativa del Sindaco Lanzetta. Su questa iniziativa c’è la piena adesione del Presidente Scopelliti, del Dirigente generale della Presidenza Franco Zoccali e della Commissione che mi onoro di presiedere”. Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione regionale contro la ‘ndrangheta, Salvatore Magarò, che ha espresso, ancora una volta vicinanza concreta al primo cittadino di Monasterace, invitandola a “ripensare alla decisione di dimettersi e accogliere l’invito della Regione a lavorare insieme.”

Magarò ha ricordato che nel corso della riunione di Commissione specificatamente dedicata al problema “lo stesso direttore generale ha invitato i primi cittadini a rendersi parte attiva nel progetto che la Regione ha avviato per supportare le amministrazioni locali. Il D.G. Zoccali all’indomani dell’incontro ha scritto una missiva ai sindaci con la quale informava che il Dipartimento Presidenza della Giunta Regionale, su indicazione del Presidente Scopelliti, avrebbe istituito uno sportello informativo permanente per gli Enti territoriali, attraverso cui fornire un servizio gratuito di consulenza agli amministratori, ai dirigenti e ai funzionari locali”.

“L’iniziativa avviata dal D.G. Franco Zoccali – ha spiegato inoltre il Presidente della Commissione regionale – ha la finalità di migliorare la qualità e l’ efficienza dei processi di interazione tra l’Amministrazione regionale e Comuni, mirando ad incoraggiare la diffusione e la divulgazione di buone prassi amministrative. Il tutto attraverso uno sportello telematico, denominato “Supporto ai Sindaci”, utile per richiedere informazioni e supporto in ordine a procedimenti di competenza regionale e porre quesiti di ordine generale su aspetti problematici derivanti dall’applicazione della normativa regionale, nazionale e comunitaria.

“Il servizio – ha concluso Magarò – prevede per attività tecniche di particolare complessità, l’assistenza in loco di personale regionale qualificato. Rinnovo pertanto l’invito al primo cittadino ad accettare questa disponibilità ed avviare assieme alla Regione Calabria quel percorso di rafforzamento delle istituzioni”.

redazione@approdonews.it