Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 24 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Le 5 migliori destinazioni nel Mediterraneo Per chi vive in Italia, sono diverse le destinazioni paradisiache raggiungibili in poco tempo, grazie ai comodi collegamenti aerei di qualche ora

Le 5 migliori destinazioni nel Mediterraneo Per chi vive in Italia, sono diverse le destinazioni paradisiache raggiungibili in poco tempo, grazie ai comodi collegamenti aerei di qualche ora

L’estate è finita ma ciò non vuol dire che non si possa già pensare alla prossima vacanza in una location da sogno.

Le mete appetibili in Italia non mancano di certo, basti pensare a luoghi come la Sicilia o la Costiera Amalfitana per un mix perfetto di mare e cultura, ma il Mediterraneo offre destinazioni allettanti anche oltre confine Teatro di culture ed espressioni artistiche che hanno attraversato le epoche e le aree geografiche, il Mediterraneo regala un viaggio nella bellezza della natura, ricca di colori, sfumature e profumi.

Per chi vive in Italia, sono diverse le destinazioni paradisiache raggiungibili in poco tempo, grazie ai comodi collegamenti aerei di qualche ora.

Foto: Pixabay

Le 5 migliori destinazioni nel Mediterraneo

Palma di Maiorca, Spagna

Palma di Maiorca è l’isola più grande dell’arcipelago spagnolo delle Baleari. Con tantissime calette e spiagge sabbiose bagnate da un mare cristallino, Maiorca è l’isola perfetta per gli amanti della vita balneare.

Dove alloggiare: Per chi vuole visitare tutta l’isola alloggiare nell’interno è l’opzione ideale, così da avere tutte le coste a distanza ragionevole e si consigliano le zone di Binissalem, Vilafranca de Bonany o Manacor. In alternativa, la zona di Palma permette di avere vicino il centro città, una spiaggia lunghissima e il quartiere di Magaluf.

Cosa vedere: Oltre alle innumerevoli calette, tra cui Playa del Mago e Cala Deja, vale la pena visitare la Cattedrale di Santa Maria e il Palazzo de l’Almudaina, residenza della famiglia reale spagnola. Gli amanti della natura non possono perdersi una visita alla Sierra de Tramontana, la catena montuosa di Maiorca, e alla riserva naturale di Es Trenc.

Cosa mangiare: L’isola vanta molti tapas bar e localini che offrono specialità tipiche del posto, tra cui la paella. Molto buoni anche i primi di pesce.

Santorini, Grecia

Foto: Pixabay

Considerata una delle destinazioni più belle della Grecia, quest’isola delle Cicladi è famosa per i panorami mozzafiato e gli incredibili tramonti. Formatasi in seguito a una gigantesca esplosione vulcanica, oggi Santorini è caratterizzata da scogliere a picco sul mare e villaggi pittoreschi fatti di casette imbiancate a calce, cupole blu e vicoletti intricati.

Dove alloggiare: A Fira, capoluogo collinare dell’isola. Sia gli alberghi che gli appartamenti in affitto offrono vedute romantiche e suggestive. In alternativa, si può soggiornare a Firostefani, più tranquilla e sulla falsariga di Fira, a Imerovigli, la città più rilassante di tutta la costa ovest o a Perissa, caratterizzata da una spiaggia di sabbia nera lunga 5 km.

Cosa vedere: La città di Fira ospita Piazza Theotokopoulou, punto di ritrovo dove la gente del posto si incontra per chiacchierare o comprare prodotti freschi al mercato. Da Fira è consigliabile fare il percorso panoramico di 10,5 km che porta a Oia, suggestivo paese più a nord, e che attraversa i caratteristici villaggi di Firostefani e Imerovigli. Se si ha più tempo, è interessante visitare la spiaggia di Vlychada, con sabbia nera e scogliere di tufo. Immancabili anche gli scavi archeologici di Akrotiri, che valgono al paesino il soprannome di “Pompei greca”.

Cosa mangiare: La moussaka, che ricorda la parmigiana siciliana e stupisce con i suoi sapori. La pita gyros, di maiale o pollo, con tzatziki o senza, ma sempre buonissima. Come dolce, il baklavaa base di pasta fillo e frutta secca.

Sardegna, Italia

La Sardegna è rinomata per il suo fascino straordinario e incomparabile, con spiagge selvagge e paradisiache e un patrimonio storico e culturale mozzafiato.

Dove alloggiare: Costa Smeralda, La Maddalena o Caprera  se si cercano acque incontaminate e un po’ di vita notturna. Villasimius, se si preferisce la tranquillità e si soggiorna con tutta la famiglia. Arbatax, per chi ricerca un paesino di mare romantico e ricco di scorci instagrammabili.

Cosa vedere: Non solo mare e spiagge dove rimanere estasiati dalla purezza dei paesaggi. C’è il capoluogo, Cagliari, da visitare per le sue vedute panoramiche e i monumenti storici, nonché per scoprire la storia dei suoi abitanti. Interessante da scoprire è Su Nuraxi di Barumini, nell’entroterra: un antico villaggio della civiltà nuragica e un Patrimonio UNESCO unico nel suo genere.

Cosa mangiare: Dal famoso maialino sardo alla fregola con arselle e le Seadas (dolce fritto) ai Culurgiones (pasta ripiena tipo agnolotti), sono tante le prelibatezze da assaggiare durante un soggiorno in Sardegna.

Malta, Repubblica di Malta

Foto: Pixabay

Malta, con le isole sorelle Gozo e Comino, è un paradiso nel cuore del Mediterraneo a soli 80 km dalle coste siciliane. Di Malta si apprezza il connubio tra natura e arte: l’isola offre infatti la possibilità di fare un tuffo nella Blue Lagoon e dopo pochi minuti andare a visitare tre siti Unesco e altre meraviglie storico-culturali. È po facilmente raggiungibile dalle regioni del Sud Italia, soprattutto da Sicilia, Puglia e Calabria.

Dove alloggiare: Sliema e St. Julian’s, le città più turistiche del centro dell’isola, sono consigliate a chi visita l’isola per la prima volta. Essendo le città meglio collegate, sono ideali per fare escursioni giornaliere. Pur essendo priva di zone balneari, La Valletta è tra le zone migliori in cui alloggiare: Patrimonio UNESCO, è ricca di scorci meravigliosi e perdersi tra le sue vie pullulanti di negozietti e ristorantini è molto suggestivo.

Cosa vedere: La Valletta, con la Cattedrale di St. John, che ospita due opere di Caravaggio e gli Upper Barrakka Gardens, dai quali ammirare il panorama. M’dina, l’antica capitale di Malta, che ospita edifici attribuiti all’antica famiglia reale maltese. I templi di Ggantjia, edificati prima del complesso di Stonehenge.

Cosa mangiare: Malta è un’isola dal respiro internazionale e per questo si può trovare qualsiasi tipologia di cucina. Tra i piatti tipici, però, c’è la zuppa di pesce e il coniglio in umido. I dolci, quasi sempre a base di ricotta, sono ispirati alla pasticceria siciliana: anche a Malta, infatti, ci sono i cannoli!

Cannes, Francia

Cannes è una delle città più famose della Costa Azzurra: il lembo di costa francese bagnato dal Mar Mediterraneo e location scelta per moltissimi capolavori cinematografici, oltre che fonte d’ispirazione per numerosi artisti durante i secoli. Cannes è collegata molto bene con il Nord Italia, essendo raggiungibile in auto anche dalla Liguria.

Dove alloggiare: Consigliate le zone della Croisette e di Suquet: trattandosi del centro città, rispettivamente “nuovo” e “vecchio”, non sono per tutte le tasche ma garantiscono facilità negli spostamenti e possibilità di avere tutti i servizi nei dintorni. Per chi vuole risparmiare ma soggiornare in una bella zona c’è La Bocca, caratterizzata da belle spiagge e un litorale tranquillo. Da non sottovalutare anche Mougins, un antico borgo provenzale a soli 6 km dalla città.

Cosa vedere: Per chi visita Cannes è imperdibile una passeggiata sulla Croisette dove, durante il Festival del Cinema, vengono immortalati divi e celebrità e dove si trovano svariate boutique di lusso. Da visitare il Suquet, centro storico della città, caratterizzato da stradine su cui si affacciano ristoranti e negozietti. Qui è molto suggestiva da vedere la Tour du Masque, dove la leggenda vuole che si rifugiò Maschera di Ferro. Sempre legata a questo personaggio è l’Isola di Santa Margherita, a soli 15 minuti di traghetto: meta imperdibile per fare un tuffo e passeggiare nella natura.

Cosa mangiare: Un po’ tutto ciò che si mangerebbe in Francia: croissant, formaggi e cipolle. Anche, e soprattutto, ostriche, sardine e terrine. I vini bianchi sono sublimi.