Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 01 MARZO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Lamezia Terme, il Comitato consultivo per la difesa degli animali scrive al sindaco Speranza

Lamezia Terme, il Comitato consultivo per la difesa degli animali scrive al sindaco Speranza

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

Chiedono collaborazione per sconfiggere il randagismo. Già ad ottobre un’altra lettera

Lamezia Terme, il Comitato consultivo per la difesa degli animali scrive al sindaco Speranza

Chiedono collaborazione per sconfiggere il randagismo. Già ad ottobre un’altra lettera

 

 

Riceviamo e pubblichiamo:

Egregio Sindaco sig. Gianni Speranza,

facciamo seguito, come comitato consultivo per la difesa degli animali, a quanto Le abbiamo scritto nel mese di ottobre, in merito ai cani del suo territorio ed al lavoro immane del rif. Fata di Lamezia Terme che svolge nei confronti degli stessi; Le scriviamo, di nuovo, perche’ non ci ha risposto.

Speravamo, dopo averle scritto, che la sua sensibilità si rivelasse almeno in un rapporto di dialogo con volontari che, da ogni parte d’Italia, Le hanno scritto e Le stanno scrivendo per aprire un rapporto di collaborazione fra Lei e le loro richieste chiedendole solidarietà verso chi, nel suo territorio, alleggerisce non poco il lavoro esistente, togliendo l’appesantimento di quello che è il randagismo, con tutte le conseguenze del male che ne consegue.

Invece niente, non Le interessa quello che scriviamo, non ci risponde, non ha mostrato un minimo di cortesia nei confronti di un rifugio che dovrebbe essere, per lei, un fiore all’occhiello, in un territorio dove gli animali si moltiplicano come la gramigna e dove i cani non sterilizzati si riproducono con estrema facilità.

Noi restiamo esterrefatti di fronte all’indifferenza ed all’incoscienza che hanno certi sindaci, restiamo inorriditi quando vediamo che le cagnette partoriscono in mezzo alla strada oppure girano incinte in attesa che qualcuno le prenda sotto con la macchina, oppure che girano con cucciolate messe in pericolo da tutto; restiamo sconvolti quando ci giungono appelli disperati in cui si denunciano queste cose, che accadono di fronte al silenzio assoluto delle istituzioni.

Che cosa vuole, non siamo abituati a questo orrore e l’orrore, quando ci viene comunicato, oltre a farci venire un buco allo stomaco ci mette anche nella condizione di chiederci quali orribili persone lo possano assistere e fare da testimoni “abituandosi” a vederlo. Che cosa vuole, la ns. cultura, il ns. modo di essere cittadini civili e attenti, costretti a pagare anche l’aria che respiriamo, aggiungiamo al ns. orrore la consapevolezza di chiederci dove vanno a finire i soldi che noi investiamo e che finiscono dentro all’orrore!!!

Stiamo per questo cercando un rapporto di collaborazione con i sindaci, stiamo per questo scrivendo per chiedere a loro, visto che moltissimi di quei cani poi, arrivano qui, vanno in adozione in famiglie in cui trovano il benessere e la loro dignità di animali, ma che comunque ci aggravano ulteriormente di spese e di responsabilità che si aggiungono a tante altre, di aiutare i volontari che hanno sul loro comune e che collaborano con loro, di aiutarli perche’ aiutando loro aiutano anche noi che non sappiamo piu’ che santi chiamare per sistemare tutte queste creature che piangono di disperazione.

Non è giusto, le ns. coscienze ci gridano che non è giusto vedere che tanti, troppi animali soffrono per l’assenza e la negligenza di chi dovrebbe tutelarli e rispettare le leggi che sono state fatte per difenderli.

Molti rispondono, quando lanciamo i ns. appelli di allarme e di richiesta di aiuto, ci rispondono, gli altri sindaci, ci vengono incontro, vanno incontro ai loro volontari, tendono una mano a noi pur sapendo che il rapporto di collaborazione continuerà, ma in maniera diversa, con uno stress che anche per noi diventera’ diverso….. ….lei no.

Oggi abbiamo ricevuto un’email, disperato, come gli altri, nel quale una volontaria ci ha chiesto la collaborazione per la divulgazione di un’appello con la richiesta di denaro. Ha fatto un’elenco di spese che non è “astronomico” per un sindaco che dovrebbe essere in grado di sostenerlo, ma lo è per una ragazza che deve contare sull’aiuto di altre persone, sparse in giro per l’Italia, oppure contare sulle sue risorse economiche e su quelle degli altri volontari che operano nel canile. Le sembra giusto?

Allora, le faccio un breve riassunto, un riassunto che, per il Rif. Fata, equivale ad un collasso: 1500 € per mangime, 110 per l’acqua che oscillano di volta in volta a seconda dei consumi, cosi’ vale per la luce 90 euro. I chip li pagano 10 euro l’uno, ne hanno fatti 65 (650), le partenze dei cuccioli da conteggiare, quindi ridotte le partenze perche’ non ci sono i soldi, (l’ultimo invio è costato 400 euro), previsto uno per l’8 febbraio ma con quali soldi? Aggiungiamo: mangime per i cuccioli, scatolette, sverminanti, medicine, sterilizzazioni, manutenzione del canile (fogne, ecologia per i pelosi quando muoiono, rotture di tubazioni) visite veterinarie, antiparassitari, spese per la gestione burocratica, disinfestazioni per pulci, zecche e varie (400) il mantenimento del mangime per tutti i cani….20 anni di lavoro di tre volontarie fatti cosi’,(Rossana, Francesca e Scarlett) con il fiato sul collo di debiti che non sono del loro privato ma del sindaco del loro territorio…. che dovrebbe aiutarla a coprirli. E per fortuna che il volontariato non si paga…ma noi le chiediamo di nuovo: LE SEMBRA GIUSTO? Proprio perché una grossissima fetta di tutto questo si basa su ore e ore di volontariato, tolte alla famiglia, ai propri interessi personali, ai figli anche piccoli, al proprio vissuto personale, per darlo a queste povere creature? LE SEMBRA GIUSTO?

Emergenze che potrebbero essere continuamente risolte se una boccata di ossigeno economico arrivasse a queste ragazze che, allora, si metterebbero a prendere anche le altre situazioni di disagio, invece di lasciarle li a crescere ed espandersi fino a diventare vere e proprie disgrazie.

Oggi il debito di questo canile è di 700 euro per il veterinario, per analisi, sterilizzazioni, microchip, altri 500 per la pensione, 15000 euro di debito per il mangime dei cani dei quali 6.187.00 conto vecchio mangime.

Abbiamo calcolato che con circa 6000 euro al mese di sostegno a questo canile da parte del suo esercizio economico, aiuterebbe queste ragazze a vivere dignitosamente il loro volontariato, aiuterebbe molti piu’ cani di quelli che loro stanno tirando fuori dalle difficoltà in cui vivono, anche lei, quindi, ne salverebbe molti di piu’, alleggerirebbe un peso economico enorme, permetterebbe di vedere, a chi fa turismo nel suo territorio, che il randagismo viene combattuto, legittimato e tutelato e non si assisterebbe allo scempio di immagini che fanno venire i brividi e fanno passare la voglia di andare in ferie su comuni dove il randagismo imperversa dimostrando il dolore di animali che uno, alla fine, preferisce non vedere e andare in altri posti. Noi, poi, non riusciamo a stare zitti, abbiamo questo amore che ci mette nella condizione di gridare e gridiamo con tutte le conseguenze che oramai si conoscono a livello di media e di informazione.

Noi speriamo che questa lettera sia motivo di riflessione da parte sua, come le abbiamo detto noi non abbiamo molte armi per difenderci, abbiamo il voto che ci permette di legittimare i ns. diritti, di scegliere le persone che portino, nel loro operato, il benessere per la tutela degli animali, facciamo campagne di sensibilizzazione per chiederlo, scriviam,o cerchiamo un dialogo di comune rispetto, la solidarietà, la capacità di raccogliere le comuni dignità….per questo le abbiamo scritto di nuovo…per cercare ancora un punto d’incontro comune che sia fra noi, i suoi animali ed un’aiuto per questo rifugio che meravigliosamente opera nel suo territorio e del quale lei dovrebbe essere molto fiero!

UN FIORE ALL’OCCHIELLO IN UNA TERRA IN CUI RIFUGI COME QUESTI CE NE SONO MOLTO POCHI!!!

Rimaniamo in attesa di notizie su quanto sopra. Distinti saluti.

Per il Comitato consultivo difesa Animali: Vania Simeoni – Presidente Circolo Auser “I Cento Passi” – MIRA VE; Andrea Simeoni – Vice Presidente Circolo Auser “I cento Passi” MIRA VE – Elisa Ongaro- CLAUDIA PONARA RUBANO VE – Roberta Montagna Pellicciari – Modena- ANIMAL EUROPE EMERGENCY GROUP- salvauncane; Federico Rondinelli Modena ANIMAL EUROPE EMERGENCY GROUP-salvauncane; Ettorina Montagna -Modena; Rossana Ottolini Lecco ANIMAL EUROPE EMERGENCY GROUP-salvauncane; ” OIPA BERGAMO” – e “OIPA RAVENNA” Elsa Zenoni e Barbara De Donato – Luigia Parco – Presidente Ass. Gaia Manduria (TA) – MIMMA DELL’ATTI, GENNY SAMMARCO – Manduria (TA) – PRESIDENTE RIF. FATA ROSSANA LONGO- Francesca Scerbo – Vice Presidente Ass. Fata – SCARLETT-ANTONELLO- ANNA-FRANCESCO- CLAUDIA ANTONIO- MARTINA-VALENTINA – TUTTI DEL RIF.FATA LAMEZIA TERME

CON:

ALESSANDRA PRATTICO’ PRESIDENTE DI NATI LIBERI E ILEANA AVELLA VICEPRESIDENTE – Susanna Chiesa – Presidente Freccia 45- Vincenza Giambertone – Presidente ass.ne Con Fido nel Cuore onlus Stella Cervasio – Redattore esperto de “La Repubblica” Presidente PCC – “Progetto cane cittadino” Associazione Amici del cane ONLUS SICILIA BUCCOLIERI GABRIELE, Manduria (TA) CARAGLIA LUCIA, Manduria (TA) BUCCOLIERI ARCANGELO, Manduria (TA) GENNARI ARCANGELO, Manduria (TA) DILAURO SANTA, Manduria (TA) ANDRISANO GREGORIA, Manduria (TA) GENOVEFFA SAMMARCO, Manduria (TA) DILAURO ANTONIA COSIMA, Manduria (TA) PARCO GIOVANNI, Manduria (TA) PARCO ANTONIO, Manduria (TA) IUNCO CINZIA, Manduria (TA) PARCO LUIGI, Manduria (TA) PARCO SONIA, Manduria (TA) SEMERARO GRAZIA, Manduria (TA) BUCCOLIERI COSTANTINO. Manduria (TA) Pietro Zenoni – Bergamo; Carmela Gervasoni – Bergamo; Alessandra Gastoldi – Bergamo; Tomas Magoni – Bergamo; Teresa Bergamelli – Bergamo; Marino Gervasoni – Bergamo; De Donato Barbara “OIPA Ravenna; Boncordi Lisa “OIPA Ravenna; Janina Rabottini- Ravenna; Venturi Ezio – Ravenna; Fanciullini Elvira Bruna -Ravenna ; De Donato Saverio- Ravenna ; Licia Gatti –Ravenna; Casadei Monica –Ravenna; Pirazzini Sabrina – Ravenna; De Donato Roberto –Ravenna; Cristina Romieri -delegata per la prov. di Ve dell’Associaz. Vegetariana It.

SILVIA LUSARDI – MILANO; RITA CECILIO – ROMA; M. CRISTINA CECILIO – ROMA; ANDREA CRAGNOTTI- ROMA; SERGIO CRAGNOTTI – ROMA; MAURIZIO CRAGNOTTI –ROMA; CARLA GRASSO – ROMA; MARINA BETTI- ROMA; DELIA MAZZELLI- ROMA; ROBERTO BENCIVENGA – ROMA; MARCO BONCOMPAGNI- ROMA; PATRIZIA FRAJOLI – ROMA;FIAMMETTA AMADORI-ROMA;FRANCESCA MAZZOCCA – ROMA;FRANCO FRANCHELLUCCI – ROMA;Rossella Vio – ROMA;Riccardo Crippa –ROMA;Bariti Adelia – ROMA;Vio Mario – Milano; Buratti Monica-Milano, Sansonne Gianpietro-Milano, Scutra Lidia-Milano, Buratti Santo-Milano, Casali Micaela-Pavia,Fizzotti Valentina-Milano,Grasso Tindara-Pavia,Sansonne Francesco-Pavia,Benvenuti Oscar-Pavia,Sansonne Morena-Pavia,Paghini Elisa-Milano,De Lorenzo Luca-Milano,LISA LUNARI- Roma;FULVIO LUNARI- Roma;LARA LUNARI- Roma;MARIA BERRI-Roma;MICAELA CATUCCI- Roma;LUCA CATUCCI- Roma;PATRIZIA ANDREANI- Roma;COSTANZA VOLPI_ Roma;CARLOTTA VOLPI – Roma;MANUEL CAVIGLIA- Roma;FILIPPO MAGNO –Roma;CARLOTTA MAGNO- Roma;PIERLUCA BALDASSARRI- Roma;CINZIA CACCIACRISTIANO- Roma;DI POFIGIUSEPPE- Roma;CONTI LEONARDO- Roma;MONTESANO ALESSANDRA – Roma;ARGENTINO BARBARA- Roma;VERA SAMMICHELI – FANO (PU); MICHELE SAMMICHELI- FANO (PU); SARA SAMMICHELI- Fano ;SILVIA SAMMICHELI- Fano;FRANCESCO VEGLIO’- Fano;LORENZO VEGLIO’ – Fano;MIMMA DELL’ATTI – Manduria;Alessandra Consuelo Bini – Firenze;Saverio Ravenna – Licia Gatti Ravenna –Casadei Monica Ravenna –

Pirazzini Sabrina Ravenna –Bianca Lamacchia Milano –Gabriella Paggi- Livorno –Margherita Carraro – Bassano del Grappa -Silvia Baldussi – Bologna – Giuliana Poletti – Bresso (MI)Cristina Volonté – Lentate sul Seveso – MB – Dalila Motta – Roma Patrizia Santoni – Roma Vanda Iodice – Modena Tatiana Vismara- Modena Monica Buratti –Pavia Anna Rita Soggia – G. ZOOFILA ROMA – Carmen Cennamo BOLZANO – Maria Grazia Distante Monza – Patrizia Sonia Marciano MILANO – Silvia Baldussi – BOLOGNA – Lauretta Guerra – Giusy Troiano – Ginosa TA- Dott. Susanna Penco – Di partimento di Medicina Sperimentale-Sez.Patologia Generale-GENOVA- Claudia Walzl – Merano – Giorgio Gottardi – Merano – Marlies Elsler – Merano – Amort Elfi – Provincia Bolzano – Helga Pircher – Provincia Bolzano – Beate Teutsch – Magrè (BZ) – ngela Donna – Torino -Antonella Bortolan – Venezia – Giuseppe Scarpinato – Venezia – Paolo Limidi – Antonella Fiorina – Torino – Roberto Berion – PADOVA – Gemma Zontini – NAPOLI -Adriana Barbafieri – Roma- Ferrera Selvaggini – Viterbo – Silvia polastri – Roma – Sabina Palombara – Roma – U.E.P.A ONLUS Martina Padovan Segretario Nazionale Sede Gradisca d’Isonzo (GORIZIA)- Ferrera Selvaggini – Viterbo – Silvia polastri – Roma – Sabina Palombara – Roma – Nicoletta Busetto – Venezia – Patrizia Pillon – Treviso – Carla Masin – Venezia – Elisa Bottaro – Chiavari – Cristina Romieri . Venezia – Claudia Ponara Rubano PD – U.E.P.A ONLUS Martina Padovan Segretario Nazionale Sede Gradisca d’Isonzo (GORIZIA)-U.E.P.A ONLUS Melania Brolis Vicepresidente nazionale Sede Padova – Rosalia Savino – Turi (BA) – Elisabetta Angelin, Gruppo Veganzi di Mestre (VE) – Raffaella e Andrea Severi,Bologna – Sandro Severi Annamaria e Lucia Fioretto – Daniela Boccafogli – Mila Buttazzi – Stefania Capone – Marco Riciputi – Luca Marescotti – Elisa Stanghellini – Francesca Giurato – Laura Petazzoni – FRANCESCA ROMEO GENOVA – Nancy Zollo (MO) 

redazione@approdonews.it