Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), DOMENICA 26 MAGGIO 2024

ELEZIONI CITTANOVA 2024, OGGI ORE 19,30 IN DIRETTA DOMENICO ANTICO. Siamo Live. Seguici dalle ore 19,30
Torna su

Torna su

 
 

Lamezia Terme, il bilancio di un anno di attività amministrativa

P1080455

Il sindaco Speranza ha presentato alla città le principali attività promosse dalla giunta nel corso del 2011

di ANTONIETTA BRUNO

Lamezia Terme, il bilancio di un anno di attività amministrativa

Il sindaco Speranza ha presentato alla città le principali attività promosse dalla giunta nel corso del 2011

 

di Antonietta Bruno

 

 

LAMEZIA TERME – Il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, ha annunciato oggi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte anche assessori e tecnici comunali, il resoconto operativo del Bilancio 2011. <<Numeri, cifre e fatti – ha sottolineato il primo cittadino – che non hanno nulla a che fare con sterile polemiche o quel classico teatrino della politico che di tanto in tanto vuole farsi spazio>>. 

Numeri cifre e fatti di un anno piuttosto difficile, a Lamezia così come in tutta la Penisola, e che a Lamezia, in modo particolare, ha avuto inizio con il lutto della tragedia del 5 dicembre 2010 (strage dei ciclisti) e proseguito con la visita e la benedizione del Santo Padre. Un anno altalenante caratterizzato anche da tagli drastici alle risorse comunali. Ben 2 milioni e 400 mila euro sono stati i tagli ai trasferimenti al bilancio comunale da parte del Governo Berlusconi nel 2011. Ma nonostante ciò, nulla il Comune ha tolto alle fasce deboli.

Nessun taglio ha applicato la Pubblica Amministrazione alle politiche sociali per quel che riguarda l’aiuto e il sostegno a poveri, disabili e disagiati. Oltre a questo, alla crisi imperante e alle condizioni di lavoro non certo facili, anche per via di alcune questioni piuttosto delicate, l’Amministrazione Speranza nell’esercizio 2011 ha provveduto con risorse proprie,  a trasferire dal campo Scordovillo ed integrare nel resto della Comunità, ben 108 persone di etnia, per un totale di 22 nuclei familiari. Per quanto riguarda il settore assistenza economica e pronto intervento, durante la conferenza stampa è stato ufficializzato che ben 1026 nuclei familiari hanno ottenuto, con una spesa di 190.000 euro, contributi straordinari, viaggi sanitari, spese per occhiali, spese funerarie, buoni mensa e assistenza alloggiativa.

E ancora; assistenza domiciliare per 200 anziani con una spesa di 400.000 euro; sostegno finanziario di 80 mila euro per gli anni 2011-2012 alla comunità Movimento adulti scout cattolici italiani (Masci ). Nei 12mesi del 2011, 94 bambini ospitati in tre asili nido comunali, hanno potuto usufruire dei benefici fatti rientrare nei costi di gestione, manutenzione ordinaria e straordinaria compreso l’acquisto di materiale usurato, spese energia elettrica e varie per un totale di 780.000 euro. Proseguendo nella lunga lista delle cose fatte e dei soldi spesi, da segnalare ancora i servizi a favore di 160 utenti disabili: alunni portatori di handicap, servizio di aiuto alle persone in forma diretta, centro di aggregazione per disabili mentali e piscina per disabili per una spesa di  € 860.000; il Progetto “diversamente a mare” (durante il periodo di attivazione sono stati realizzati 1991 accompagnamenti, di cui 1269 per anziani, 722 per disabili); la mensa scolastica garantita dal Comune serve 1.800 pasti al giorno per una spesa annua di 1.360.000,00. Nel corso del 2011 nell’ambito del progetto Sprar, in materia di accoglienza rifugiati e richiedenti asilo, i posti disponibili sono stati aumentati da 15 a 27.

Sotto la voce “Personale e bilancio”, si sono concretizzate 16 nuove assunzioni tramite concorso pubblico (di cui tre funzionari tecnici, un funzionario tecnico ambientale, 4 agenti di polizia a tempo indeterminato e 8 vigili a tempo determinato); indetto un concorso per tre dirigenti vinto da tre donne; attivati di 15 stage e 24 tirocini in convenzione con le Università calabresi; bandite 20 borse di studio per l’Urban center. Nel corso del 2011 l’ente ha chiuso 2 dei 4 contratti swap in essere con nessun aggravio monetario. Il Comune ha stipulato, per superare i problemi di crisi di liquidità dovuti ai minori e ritardati trasferimenti statali e regionali, una convenzione per il sostegno al credito alle imprese  che operano con l’ente fino ad un importo complessivo di 10 milioni di euro. La società di factoring convenzionata acquisirà, senza alcun rischio per le imprese, i crediti vantati dai fornitori del Comune, purché certificati dalla ragioneria comunale, per importi superiori a 100 mila euro  che saranno poi rimborsati alla società di factoring dall’Ente entro 6 o 12 mesi dalla cessione del credito.

Nulla insomma, è stato tralasciato. Per quanto riguarda i giovani, 50 studenti lametini sono partiti dal 12 al 19 febbraio scorso, con il Treno della memoria diretto ad Auschwitz. Oltre 60 ragazzi di cui la metà di etnia Rom hanno preso parte all’evento “Capusutta” proseguendo il loro percorso artistico, sotto la direzione artistica di Marco Martinelli, con la presentazione dello spettacolo “Donne in parlamento” al teatro Politeama di Lamezia e al teatro Valle a Roma. Sulla stessa scia, per quanto riguarda il coinvolgimento della fascia giovane lametina, è stata promossa la fortunata vetrina artistica “Enjoy Lamezia”. La prima rassegna di musica nuova ed indipendente. Novità assoluta in regione con 7 concerti e un evento di arte e musica nelle due edizioni estiva ed invernale.

Per quanto riguarda lo sport, si è provveduto all’adeguamento, ammodernamento e posa in opera del manto in erba sintetica dello stadio Rocco Riga, e all’organizzazione del “Lamezia Estate Sport Village” dove, per due settimane un villaggio sportivo globale in cui si sono esibiti negli sport più diversi centinaia di atleti di ogni età.

Lunga la lista delle cose compiute, anche per quel che riguarda il territorio, i lavori pubblici e l’ambiente; con inaugurazioni di nuove aree mecatali; restauri, recuperi e ristrutturazioni di scuole, edifici e passerelle pedonali; aperture di ponti, riqualificazioni di storiche piazze, dismissione di contratti di locazione per trasferire scuole pubbliche in immobili pubblici; approvazioni di progetti esecutivi per gli alloggi per la popolazione Rom in località Carrà-Marchese; prosecuzione della campagna a favore della raccolta differenziata porta a porta nel corso del 2011 ha raggiunto oltre 20 mila cittadini; ampliamento del canile comunale; pulizia straordinaria spiagge; bonifiche di discariche abusive contenente amianto e così via fino alla sottoscrizione della la convenzione con la Cissel relativa al Piano Esecutivo Convenzionato per il riassetto urbanistico e paesaggistico dell’area dell’ex Zuccherificio.

E ancora, per quanto riguarda il settore Cultura ed eventi nazionali, il 2011 passerà alla storia per la visita del Papa. Meno eclatante ma di certo di rilevanza nazionale per il suo significato e valore, la rassegna “Trame” e la prima edizione del festival dei libri contro le mafie; Sbilanciamoci; e la Biennale Democrazia. Prestigiosa iniziativa nazionale quest’ultima, che si è occupata di federalismo.

Spaziando il lungo ed in largo, durante il 2011, per quanto riguarda il Piano Api, si à arrivati alla sottoscrizione della convenzione tra il Comune ed i proprietari delle aree che formano il Comparto 6 dell’Area polifunzionale integrata. Sottoscrizione questa, costituisce un passo importante per la realizzazione del nuovo centro urbano di Lamezia Terme. Sui progetti finanziati ed in corso di finanziamento, di grande rilevanza è risultato essere il lavoro di promozione, programmazione e progettazione che ha portato ad avere finanziamenti per circa 40 milioni di euro di lavori e interventi (di cui 26 milioni di euro a valere sul PISU (tra cui la realizzazione del Palazzetto dello Sport) per il quale in questi giorni la Regione Calabria sta completando l’istruttoria per l’erogazione del 20% di anticipazione, circa 5,2 milioni di euro). Oltre il PISU abbiamo avuto finanziamenti per nuovi Progetti sul POR Calabria 2007/2013 per circa 5,0 milioni di euro (immigrati e difesa del suolo – Progetto di Messa in Sicurezza Aree a Rischio di Frana) e 2,0 milioni di euro sul POIN Energia 2007/2013 (Progetto Riqualificazione Energetica Scuola Pitagora); riavvio del PRU e di rimodulazione del Contratto di Quartiere di Sant’Eufemia Lamezia, per il quale il Comune sta ora aspettando l’approvazione definitiva da parte della Regione. Dodici mesi intensi, dunque, a chiusura di un anno davvero difficile, ma propedeutico per un 2012 di maggiore fortuna. Un nuovo anno, quello appena incominciato, che a detta del primo cittadino sarà caratterizzato ed arricchito da una sorta di “Campagna di confronto” su opinioni, idee e suggerimenti che possono arrivare dal mondo politico, dal mondo dell’associazionismo, da quello sindacale o direttamente dalla Comunità. Confronti, opinioni e suggerimenti per camminare di pari passo con le esigenze della collettività e cercare di ridurre i disagi di una crisi che ha già messo a dura prova, se non già in ginocchio, buona parte della popolazione italiana. 

redazione@approdonews.it