Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 17 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

La tragedia per la morte di Denise Galatà, la studentessa di Rizziconi morta nel fiume Lao, c’è la perizia, “allarme lanciato con due ore di ritardo” Il consulente della Procura ha depositato la perizia di quel drammatico evento, tra gli indagati figurano le guide, il presidente del "Canoa Club" e il sindaco di Laino Borgo

La tragedia per la morte di Denise Galatà, la studentessa di Rizziconi morta nel fiume Lao, c’è la perizia, “allarme lanciato con due ore di ritardo” Il consulente della Procura ha depositato la perizia di quel drammatico evento, tra gli indagati figurano le guide, il presidente del "Canoa Club" e il sindaco di Laino Borgo

La tragedia che ha colpito l’interna Piana di Gioia Tauro il 30 maggio dello scorso anno dove ha perdere la vita sulle ripide fiume Lao, la studentessa di 19 anni Denise Galatà di Rizziconi, ha una perizia.
Da quanto riportato dalla Gazzetta del Sud, la perizia affidata dal magistrato inquirente al consulente tecnico, l’ingegnere Giuseppe Viggiani, “è stata ritualmente depositata al fascicolo d’indagine e offre un quadro dell’intera vicenda”.
Sono 138 pagine (più allegati) in cui il consulente ha risposto ai sei quesiti posti dalla Procura, ne esce fuori un sconvolgente, ovvero che “I soccorsi vengono chiamati alle 15,21, cioè due ore e 50 minuti dopo l’incidente”, scrive il consulente Viggiani, “a seguito di ripetuti conteggi inesatti sul numero di persone trascinate dalla corrente e recuperate a valle, fra le quali non viene annoverata Denise”.
La studentessa del liceo “Giuseppe Rechichi” di Polistena era andata in gita con i compagni di scuola, alcuni docenti e la dirigente scolastica. È stata ingoiata dai gorghi dopo essere caduta dal gommone su cui stava compiendo la discesa del corso d’acqua. In quella tragica serata tutti i partecipanti saranno definitivamente portati in salvo e tre di loro verranno trasferiti in pronto soccorso per i traumi riportati. Denise viene data per dispersa. Cominciano le ricerche che si concluderanno il giorno successivo con il ritrovamento del cadavere.
Il procuratore di Castrovillari, Alessandro D’Alessio, ha assunto la direzione dell’inchiesta per ricostruire la dinamica dell’accaduto e verificare eventuali responsabilità di tipo colposo e omissivo in ordine al decesso.
Come riporta la Gazzetta del Sud, sul registro degli indagati sono stati iscritti: Giuseppe Cosenza, presidente Consiglio Direttivo “A.S.D. Canoa Club Lao Pollino” , Riccardo D’Onofrio, vicepresidente Consiglio Direttivo “A,S.D. Canoa Club Lao Pollino”; le guide: Raffaele Cosenza, Luigi Cosenza, Giampiero Bellavita, Gabriel Alacom Correa, Raffaele De Mare, Francesco De Stefano e Camila Andrea Ortegallancafilo; e il sindaco di Laino Borgo Mariangelina Russo.