Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 06 DICEMBRE 2023

Torna su

Torna su

 
 

La Corecom annuncia la “par condicio”

La Corecom annuncia la “par condicio”

Scatta domani in vista delle prossime elezioni amministrative

La Corecom annuncia la “par condicio”

Scatta domani in vista delle prossime elezioni amministrative

 

Da domani scatta la “par condicio” in vista delle prossime elezioni amministrative che avranno luogo domenica 15 e lunedì 16 maggio e il Corecom-Calabria è già pronto a fornire informazioni e chiarimenti alle emittenti locali (radio e TV) e a tutti gli organi di informazione in merito alle disposizioni sui messaggi elettorali, la comunicazione politica, l’informazione e i sondaggi. Ne da’ notizia la presidente del Corecom, avvocato Silvia Gulisano, sottolineando che “i nostri uffici sono a disposizione di tutte le emittenti per ogni eventuale richiesta di assistenza e consulenza”. “Ogni richiesta – avverte la presidente –  dovrà essere avanzata, in ogni caso, preventivamente all’attività che si intende porre in essere e, comunque, entro i termini di legge”. In base alla normativa vigente, da domani (45° giorno antecedente il voto) entreranno in vigore le disposizioni relative al periodo elettorale previste dalle norme sulla “par condicio” che comprenderà un periodo alquanto lungo, visto che il turno di ballottaggio è previsto per il 29 e 30 maggio. In Calabria, com’è noto, saranno 95 i comuni (tra i quali Catanzaro, Reggio, Cosenza e Crotone) in cui si rinnoveranno gli organi elettivi e nello stesso turno si voterà anche per l’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria. “Le regole a cui devono uniformarsi le emittenti radiotelevisive, la stampa e tutti gli altri organi di informazione – ricorda Silvia Gulisano – sono dettate, oltre che dalla legge 28 del 2000, dal Codice di autoregolamentazione (il decreto ministeriale dell’8         aprile 2004) e dalle delibere dell’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni nonché dalla Commissione di Vigilanza Rai. Da un quadro normativo, insomma, che indica la disciplina da osservare nel trasmettere sia programmi , o pagine, di informazione  che di comunicazione politica, e i messaggi politici autogestiti, i cosiddetti MAP, e i messaggi politici autogestiti gratuiti (MAG).” “Relativamente ai sondaggi, da non confondere con le ‘manifestazioni di opinioni’ – aggiunge la Gulisano –, da gennaio scorso è entrato in vigore il nuovo regolamento emesso dall’Agcom che è agevolmente consultabile sul sito”. Per tutte le esigenze di informazioni e aggiornamenti, il Corecom-Calabria consiglia di consultare: www.agcom.it e www.consiglioregionale.calabria.it/corecom.

redazione@approdonews.it