Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MERCOLEDì 17 APRILE 2024

Torna su

Torna su

 
 

Iran, impiccata da un regime spietato

Iran, impiccata da un regime spietato

Zahra Bahrami, cittadina olandese di origini iraniane di 45 anni è stata impiccata ieri all’alba dopo una condanna per traffico di droga

Iran, impiccata da un regime spietato

Zahra Bahrami, cittadina olandese di origini iraniane di 45 anni è stata impiccata ieri all’alba dopo una condanna per traffico di droga

 

 

ROMA – Zahra Bahrami, cittadina olandese di origini iraniane di 45 anni è stata impiccata ieri all’alba dopo una condanna per traffico di droga. Arrestata nel dicembre del 2009 “per crimini relativi alla sicurezza” durante una manifestazione anti-regime, in una successiva perquisizione nel suo domicilio sarebbero stati scovati 450 grammi di cocaina e 420 di oppio.     Secondo l’accusa, “La condannata apparteneva a una rete internazionale di traffico di droga e, grazie ai suoi contatti olandesi, aveva fatto entrare cocaina in Iran e l’aveva smerciata in due occasioni”. L’organizzazione per i diritti umani International Campaign for Human Rights ha ripetutamente denunciato quella che sembra essere stata a tutti gli effetti una montatura politica, mentre il governo olandese ha invano chiesto informazioni sul caso per poter fornire “fornire aiuto consolare e garantire un processo equo”.   L’Iran – che non riconosce la doppia nazionalità e ha sempre considerato solo iraniana la donna, nata in Iran prima di ottenere la cittadinanza olandese – respingendo gli ultimi appelli delle autorità olandesi, ha messo in atto la sua spietata legge.