Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 24 GENNAIO 2022

Torna su

Torna su

 
 

In Calabria le soglie aumentano e c’è allarme per il passaggio in “zona gialla” Intanto c'è un caso di variante "omicron" in Calabria. Aumentano i ricoveri sia ordinari che in terapia intensiva e la percentuale dei tamponi positivi è preoccupante

In Calabria le soglie aumentano e c’è allarme per il passaggio in “zona gialla” Intanto c'è un caso di variante "omicron" in Calabria. Aumentano i ricoveri sia ordinari che in terapia intensiva e la percentuale dei tamponi positivi è preoccupante

Purtroppo la situazione Covid in Calabria sta letteralmente peggiorando visti i dati dei ricoveri sia ordinari che in terapia intensiva. Il passaggio in “zona gialla” non è più un miraggio al di là delle previsioni o delle opinioni di sorta, la questione sta diventando seria. Il virus esiste, Elivis Presley è morto così come pure è certo che la terra non è piatta.
Inoltre da alcuni giorni la percentuale dei tamponi processati ha una percentuale superiore al 7% e ieri addirittura è arrivata al 9,20% e ci sono stati 6 ricoveri ordinari con 152 attualmente in area medica e 1 in terapia intensiva per un totale di 20.
Da diverse settimane c’è un trend abbastanza significativo che ha costretto il presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto a emanare un’ordinanza dell’uso della mascherina anche all’aperto.
E con l’entrata in vigore dal 6 dicembre del super Green Pass fino al 15 gennaio, la situazione non sta certo migliorando nonostante le restrizioni, ma forse è ancora presto per dirlo. C’è una sorta di grande contraddizione anche in questa certificazione come abbiamo altre volte sottolineato, in quanto per andare al ristorante necessita il super green pass, mentre per andare ai matrimoni con numerose presenze basta il green pass base, ovvero quello con un tampone molecolare o antigenico.
Intanto secondo Sivlio Brusaferro sono 11 i casi di variante Omicron in Italia, tra questi uno è in Calabria, si tratterebbe di un medico del reggino che è stato in Africa.
Da lunedì 13 dicembre stando ai numeri attuali la Calabria dovrà necessariamente passare in zona gialla.
Cosa cambierebbe in caso di passaggio in zona gialla?

Mascherine obbligatorie anche all’aperto

In zona gialla le mascherine dovranno essere indossate in tutti i luoghi sia al chiuso che all’aperto, anche se come abbiamo già accennato in Calabria è stata già emessa l’ordinanza dell’uso obbligatorio delle mascherine anche all’aperto.

Ingresso nei bar e ristoranti

In zona gialla nei bar e ristoranti all’aperto non ci sono limitazioni. Essendo già in vigore il super green pass, l’accesso è consentito solo a chi è vaccinato o guarito, e non c’è il rispetto del limite delle 4 persone a tavola, cosa che c’era prima del 6 dicembre in zona gialla.

Spostamenti

In zona gialla sono consentiti tutti gli spostamenti: all’interno del proprio Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni. Mentre per utilizzare i mezzi pubblici basta avere solo il green pass “base”.

Palestre, piscine, circoli sportivi

Per accedere a palestre e piscine è obbligatorio il green pass “base”.

Mentre per stadi, discoteche, cinema e teatri per potere entrare c’è bisogno del super green pass.

(GiLar)