Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MONDAY 26 OCTOBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Immigrazione: permesso di soggiorno, arriva il test d’italiano

Immigrazione: permesso di soggiorno, arriva il test d’italiano

Da lunedì gli esami partono a Firenze e ad Asti

Immigrazione: permesso di soggiorno, arriva il test d’italiano

Da lunedì gli esami partono a Firenze e ad Asti

 

(ANSA) FIRENZE – Conto alla rovescia per il test d’italiano per gli iimigrati con l’obiettivo di ottenere il permesso di soggiorno lungo, in base al decreto entrato in vigore lo scorso 9 novembre. Da lunedì gli esami partono a Firenze e ad Asti. In particolare nel capoluogo toscano si svolgeranno in due scuole. Ci sarà una prova di ascolto, che durerà circa 25 minuti, una prova di lettura e comprensione (circa 25 minuti) e una prova di produzione (circa 10 minuti). Il test, spiega la prefettura di Firenze, è stato messo a punto e sarà supervisionato a cura dell’Ufficio scolastico provinciale, in base alle indicazioni del ministero degli Interni. Sono state raccolte le domande, inviate on line, e verificato i requisiti di accesso degli stranieri. Sono centosettanta gli immigrati che lunedì si sottoporrano al test a tempo indeterminato. Le sedi in cui si svolgeranno le prove sono le scuole medie A.Di Cambio-Beato Angelico a Firenze, e Giovanni della Casa di Borgo San Lorenzo. Le prove successive si terranno il 19, 25, 27, 28 e 31 gennaio a Firenze (scuola media Arnolfo di Cambio- Beato Angelico) e il 18 gennaio a Borgo San Lorenzo. I candidati dovranno avere un documento di identità in corso di validità e dovranno presentarsi alle 8,30 nella sede assegnata per la registrazione.

TRE LE PROVE DA SUPERARE – La prima prova prevede l’ascolto (per testare la comprensione orale) di una registrazione (ad esempio, un dialogo tra 2 persone). Sarà poi presentata una lista di domande al candidato e gli verrà fatta riascoltare la conversazione. A questo punto, l’immigrato dovrà dare le sue risposte con tre diverse modalità: scelta multipla, abbinamento, Vero/Falso. Per il secondo test (prova di comprensione scritta) viene consegnato un breve brano a cui seguiranno domande con risposte tramite scelta multipla, abbinamento, Vero/Falso, oppure a completamento della frase. Nella terza prova (scrittura di un testo), verrà indicato un argomento. Il candidato dovrà scrivere un breve testo, ad esempio una cartolina da inviare ad amici che spieghi dove si trova, cosa sta facendo ecc., oppure una risposta per e-mail o la compilazione di uno o più moduli. La prova viene considerata superata se il candidato ottiene un risultato positivo almeno nell’80% del punteggio complessivo delle prove. Nel caso di esito negativo, l’immigrato potrà presentare subito una nuova richiesta.

PERPLESSITA’ DALLE ACLI –  Secondo il patronato delle Acli, sarebbe stato opportuno che il test si fosse svolto dopo un percorso proposto agli stranieri di lingua e insieme di educazione civica. ”Sono 400/450 mila ogni anno – spiega il responsabile del servizio immigrazione, Pino Gulia – gli stranieri che potrebbero avere i requisiti per l’ex Carta di soggiorno. Il test potrebbe portare ad un ritardo nelle regolarizzazioni. Se infatti avevano gia’ i requiti per ottenere il permesso, dovranno ora attendere di fare l’esame.

redazione@approdonews.it

Change privacy settings