Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), GIOVEDì 13 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Il Cosenza torna a ruggire. In Coppa sconfitto il Trapani

Il Cosenza torna a ruggire. In Coppa sconfitto il Trapani

| Il 20, Ott 2010

Daud e Biancolino, in rimonta piegano i siciliani. Ora c’è il Catanzaro

Il Cosenza torna a ruggire. In Coppa sconfitto il Trapani

Daud e Biancolino, in rimonta piegano i siciliani. Ora c’è il Catanzaro

 

COSENZA . Il Cosenza centra il proprio obiettivo. Non senza qualche sforzo di troppo però. La compagine di Somma infatti batte due a uno il Trapani e supera il turno di Coppa Italia Lega Pro, regaladosi cosi l’atteso derby contro il Catanzaro, il quale si giocherà mercoledi prossimo allo stadio San Vito. Gara non facile per i rossoblu di Somma che hanno dovuto sudare e non poco per avere la meglio sulla squadra di Boscaglia, che nonostante la categoria di differenza ha tenuto testa ai più quotati avversari, specie quando le due compagini si presentavano in parità numerica. Ampio turnover da ambedue le parti, con il Cosenza che nella prima mezz’ora si fa per ben due volte pericoloso: prima Daud si incunea in area ma calcia a lato poi Giacomini ci prova ma il portiere ospite è bravo a salvare la propria porta. Al 30′ ecco il vantaggio del Trapani, arrivato alla prima azione pericolosa: Musca perde palle nei pressi dell’area di rigore, Montalbano la recupera e lascia partire un cross in mezzo all’area sul quale si avventa Giacomini che anticipa il proprio portiere De Luca e consente a Ficarrotta tutto solo di depositare in rete. L’ennesimo pasticcio della difesa silana dunque. Poco dopo su punizione Degano prova a riagguantare il pari ma senza fortuna. Nella ripresa Somma cambia, inserendo Biancolino e Mazzeo per Degano e Matteini. Il Cosenza si sveglia, e al 3′ colleziona una grande occasione: cross di Mazzeo dalla destra e palla in mezzo per Essabr che spara alto. Cammareri per il Trapani e Mazzeo per il Cosenza sprecano due buone occasioni nel giro di pochi minuti, ma al 10′ i siciliani restano in dieci: Calabrese commette fallo a palla lontana e si becca il secondo giallo. I silani ci credono e poco dopo agguantano il pari: Roselli serve Daud che dal vertice di sinistra dell’area di rigore calcia di prima intenzione in porta e deposita in rete. Il Cosenza a questo punto spinge pe trovare il gol vittoria spinto dalla superiorità numerica, ma ci riesce solo al 35′: Coletti libera Mazzeo davanti al portiere il quale neutralizza la conclusione della punta locale, ma la sfera finisce sui piedi di Biancolino che deposita in rete. L’esordiente Martucci potrebbe triplicare nel finale, ma è comunque vittoria e passaggio del turno per i calabresi.