Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 23 FEBBRAIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

I giornalisti de “Il quotidiano della Calabria” proclamano lo stato d’agitazione

I giornalisti de “Il quotidiano della Calabria” proclamano lo stato d’agitazione

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

 

La causa sarebbe il mancato pagamento degli stipendi di novembre, dicembre e della tredicesima

I giornalisti de “Il quotidiano della Calabria” proclamano lo stato d’agitazione

La causa sarebbe il mancato pagamento degli stipendi di novembre, dicembre e della tredicesima

 

(GIORNALISTI CALABRIA) COSENZA – “L’Assemblea dei redattori del Quotidiano della Calabria, riunitasi il 17 gennaio 2011, constatato il perdurare di inadempienze da parte dell’editore, ha deciso di proclamare lo stato di agitazione di tutto il personale giornalistico con decorrenza immediata”. Con questo brevissimo, ma inequivocabile, comunicato sindacale del Comitato di Redazione, pubblicato nell’edizione di oggi de “il Quotidiano della Calabria”, i giornalisti rivendicano il pagamento degli stipendi di novembre, dicembre e della tredicesima mensilità, delle spettanze ai collaboratori fissi e degli arretrati ai corrispondenti.? Il segretario regionale del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, ed il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi , il 27 ottobre scorso avevano già espresso seria preoccupazione per la crisi editoriale de Il Quotidiano della Calabria e della Basilicata, evidenziando le criticità emerse soprattutto nei ritardi dei pagamenti dei contributi agli istituti di previdenza e assistenza.?Carlo Parisi e Franco Siddi, nel sollecitare gli editori a fare immediata chiarezza sulla reale situazione economica dell’azienda e sui tempi di liquidazione delle spettanze dovute, esprimono piena solidarietà ai giornalisti mortificati nella loro dignità di lavoratori. Rinnovando l’impegno a sostenere tutte le iniziative decise dall’Assemblea dei giornalisti e dal Comitato di Redazione, Parisi e Siddi ricordano che la Fnsi è sempre e solo da una parte: quella dei giornalisti.

redazione@aprodonews.it