Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 01 MARZO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Hollywood premia Taurianova

Hollywood premia Taurianova

Premio Oscar 2012 alla migliore scenografia per il film di Scorsese “Hugo Cabret”, a Francesca Lo Schiavo, di origine calabrese, e al marito Dante Ferretti

Grazie per aver letto questo contenuto, continua a seguirci!!

di SALVATORE LAZZARO

Hollywood premia Taurianova

Premio Oscar 2012 alla migliore scenografia per il film di Scorsese “Hugo Cabret”, a Francesca Lo Schiavo, di origine calabrese, e al marito Dante Ferretti

 

di Salvatore Lazzaro

 

 

TAURIANOVA – La notte degli Oscar ha illuminato un po’ anche Taurianova, facendole respirare refoli dell’aria di Hollywood. Alla lontana, certo; indirettamente, sicuro; ma è successo. In che modo? Per il tramite della consegna dell’ambita statuetta a una figlia (o, meglio, nipote) di Taurianova. Lei è Francesca Lo Schiavo, che ha condiviso il premio per la migliore scenografia con il marito Dante Ferretti, anche lui italo-americano, anche lui scenografo di fama. La coppia non è nuova a tali successi. Negli anni passati Francesca e Dante hanno ottenuto ben otto nomination, e vinti due premi Oscar: una prima volta (2005) con Scorsese per “The Aviator”, e l’altra (2008) con Tim Burton per “Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street”. Stavolta il film che si è pregiato delle loro impeccabili scenografie si intitola “Hugo Cabret”, regia firmata Martin Scorsese, girato in 3D, tratto da un romanzo per ragazzi scritto da Brian Solznick che narra le peripezie di un orfanello che vive nascosto in una stazione ferroviaria di Parigi occupandosi di orologi. Sono in pochi ad essere a conoscenza delle aristocratiche radici calabresi di Francesca Lo Schiavo. Il nonno, Pasquale Lo Schiavo, conte di Pontato, nacque, infatti, a Radicena nel 1812, divenuta Taurianova dal 12 marzo 1928. Le origini dell’antica famiglia Lo Schiavo sono veneto-dalmate. Ma nella prima metà del secolo XVII i Lo Schiavo si stabilirono in Radicena. “Francesca ha ereditato dal nonno la tenacia e il successo, dati proprio dal forte carattere che li contraddistingue”, ci fa sapere Isabella Surace, che alla nobiltà di Taurianova ha dedicato un documentato volume uscito nel 2011, amica della madre della tre volte premio Oscar. “Possiede un’ incredibile forza di volontà, mania di perfezionismo e una grande creatività, che rappresenta la sua massima espressione”, continua la scrittrice. “Il suo estro va oltre l’impercettibile, ed è proprio questo suo andare oltre che produce una costante innovazione e delle continue soluzioni originali. Il suo senso creativo – sottolinea Surace – nasce soprattutto dalla sua fantasia, dal suo senso critico, ma più di ogni altra cosa da una ricerca inesausta dell’anima”. Da parte sua, Dante Ferretti – va ricordato – è stato lo scenografo di Pasolini, Fellini, Ferreri, Comencini, tanto per citare alcuni nomi illustri del cinema italiano. Una fulgida carriera anche la sua, che si avvale di un legame artistico e sentimentale inscindibile con la moglie Francesca Lo Schiavo, che ingigantisce e valorizza entrambi. “A mio avviso – conclude Isabella Surace – Taurianova deve andare orgogliosa di essere rappresentata nel mondo da questa grande artista, che, oltre alle doti proprie anzidette, è espressione di un patrimonio culturale antico e intaccato”. Vi è da dire, infine, che la coppia Ferretti – Lo Schiavo ha già vinto il premio Bafta 2012, sempre per la scenografia di Hugo Cabret.

redazione@approdonews.it