Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), VENERDì 21 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Giordano (Idv): tutela personale medico interessato alla chiusura o riconversione delle strutture ospedaliere

Giordano (Idv): tutela personale medico interessato alla chiusura o riconversione delle strutture ospedaliere

| Il 27, Nov 2010

Il consigliere regionale ha presentato al Presidente del Consiglio Regionale e al Presidente Scopelliti una interrogazione consiliare 

Giordano (Idv): tutela personale medico interessato alla chiusura o riconversione delle strutture ospedaliere

Il consigliere regionale ha presentato al Presidente del Consiglio Regionale e al Presidente Scopelliti una interrogazione consiliare

REGGIO CALABRIA 28 NOV – Giuseppe Giordano, Consigliere regionale
dell?Italia dei valori in Calabria, ha presentato al Presidente del
Consiglio Regionale e al Presidente Scopelliti nella qualità di commissario
ad acta per l?attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore
sanitario,  una interrogazione a risposta immediata sulla mancata previsione
dell?utilizzo e valorizzazione  del  personale medico interessato alla
chiusura o riconversione delle strutture ospedaliere nell?ambito del piano
di rientro dai disavanzi del settore sanitario. ?L?interrogazione ha lo
scopo di sapere ? dice Giordano- se nell?ambito degli interventi afferenti
la riorganizzazione ospedaliera è stato previsto la riutilizzazione, la
valorizzazione del personale medico inquadrato  nelle strutture ospedaliere
per le quali è prevista la riconversione o la chiusura e se, in caso
contrario,al fine di non  disperdere le professionalità acquisite, non sia
il caso di predisporre un decreto o provvedimento specifico che affronti in
modo sistematico l?inquadramento del personale medico. ?Nel piano di rientro
dai disavanzi del settore sanitario,con decreto n° 18 del 22 ottobre 2010 è
stato approvato il piano di riordino delle tre reti assistenziali e dalla
lettura del decreto non si evince alcuna previsione in ordine alla futura
utilizzazione del personale medico operante all?interno delle strutture da
chiudere o riconvertire e questo rischia di creare una situazione di stallo
che non permette di programmare un efficace riutilizzo del personale medico
che ha accumulato negli anni una notevole esperienza professionale e
addirittura, in assenza di un piano programmatico ? conclude Giordano- si
può ipotizzare il rischio che diverse figure professionali, in mancanza di
una loro valorizzazione e mantenimento nei ruoli apicali che rivestivano
nelle strutture originarie,  possano abbandonare la sanità pubblica a favore
di quella privata determinando così un abbassamento, a nostro parere della
qualità dei servizi erogati?.