Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 22 LUGLIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

Francesco Cosentino cerca di demolire la nuova cordata di imprenditori che ha salvato il calcio a Cittanova. L’unico credibile è Contestabile. E gli altri? Rocco Guerrisi è stato chiarissimo nella sua prima lettera. Sono stato abbandonato dai tifosi, imprenditori e istituzioni. Qualcuno spieghi a Cosentino che ad oggi è lui il sindaco della città

Francesco Cosentino cerca di demolire la nuova cordata di imprenditori che ha salvato il calcio a Cittanova. L’unico credibile è  Contestabile. E gli altri? Rocco Guerrisi è stato chiarissimo nella sua prima lettera. Sono stato abbandonato dai tifosi, imprenditori e istituzioni. Qualcuno spieghi a Cosentino che ad oggi è lui il sindaco della città

DI LUIGI LONGO

Tutto si poteva immaginare, tranne che il sindaco della città Cosentino convocasse una conferenza stampa, (naturalmente senza invitare una certa stampa, che a Cittanova ha ascolti bulgari), per chiarire il fallimento o meglio il flop del tentativo di salvare il calcio a Cittanova, dopo la decisione di Guerrisi di abbandonare il timone della società giallorossa . Tutto si può rimproverare all’ex presidente della A.S.D. Cittanova calcio, ma è stato chiarissimo nella sua prima lettera. Cioè di essere stato abbandonato dai tifosi, imprenditori e istituzioni( Sindaco e amministrazione). Rispetto per l’imprenditore Guerrisi per la decisione di gettare la spugna . Inspiegabile l’operazione anti accerchiamento del sindaco Cosentino. Un passaggio ci lascia esterrefatti della conferenza stampa di Cosentino. Forse senza capire le conseguenze, mettere alla berlina D’Agostino, Condomitti, Gerace e De Matteis, affermando che l’unico credibile è Guido Contestabile. Una affermazione gravissima , con conseguenze che possono portare ad un disimpegno di imprenditori tacciati di poca credibilità.
Accusare, D’agostino di non essere credibile, colui che l’ha imposto sindaco della città contro il volere della sua stessa coalizione ed eleggerlo primo cittadino, grazie alla potenza elettorale del patron di Stocco&Stocco, lascia il disgusto .
Senza l’impegno di questi imprenditori il calcio a Cittanova era scomparso, nella città lo sanno anche le pietre. Alla consigliera Ventra con il suo progetto di azionerato popolare, i tempi per realizzarlo non c’erano. Idea bella, ma irrealizzabile in tempi rapidi. Lo diciamo senza peli sulla lingua, Cosentino ha commesso un errore da principiante di intestarsi la sconfitta di Guerrisi, convocando più riunioni con commercianti e imprenditori che si sono rivelati un flop. Se i commercianti non hanno partecipato alla riunione convocata dal sindaco, la responsabilità non va attribuita a Guerrisi.
Perché, il sindaco ha sentito l’esigenza di dividere in buoni e cattivi gli imprenditori che con mille sacrifici hanno salvato la cittanovese dal fallimento. Per quanto riguarda una certa stampa, abbiamo sempre raccontato la verità nella massima trasparenza, senza guardare in faccia nessuno. Se siamo diventati nella piana di Gioia Tauro punto di riferimento per migliaia di persone un motivo ci sarà…sindaco. Orgogliosi di essere stati denunciati da boss di prima grandezza, e manager della sanità che hanno affossato l’ospedale di Polistena, senza risparmiarci nel raccontare la verità. Per questa linea editoriale ad oggi sono sotto vigilanza e protezione della Prefettura, proprio per non aver guardato in faccia nessuno. Intanto incominci lei a fare chiarezza nella sua maggioranza, a noi risulta che ci sono assessori e consiglieri comunali che hanno votato e sostenuto candidati del centrodestra. Da iscritto al Pd, a lei corre l’obbligo di chiarire uno stato di confusione.