Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 20 AGOSTO 2022

Torna su

Torna su

 
 

Entra in Azione il Consigliere Comunale di Ciminà Gaetano Spanò Il Segretario Provinciale, Michele Anselmo, e quello Regionale, Fabio Scionti, esprimono soddisfazione "per l’ennesimo ingresso che manifesta il grande interesse intorno al lavoro che si sta portando avanti"

Entra in Azione il Consigliere Comunale di Ciminà Gaetano Spanò Il Segretario Provinciale, Michele Anselmo, e quello Regionale, Fabio Scionti, esprimono soddisfazione "per l’ennesimo ingresso che manifesta il grande interesse intorno al lavoro che si sta portando avanti"

È stato confermato nella giornata odierna l’ingresso in Azione del
Consigliere di maggioranza del Comune di Ciminà (RC) Gaetano Spanò. Un
altro volto nuovo per il partito fondato da Carlo Calenda e Matteo Richetti
è l’ennesimo amministratore locale che decide di aderire al manifesto di
Azione, nel territorio metropolitano di Reggio Calabria, rinfoltendo così
la nutrita a questo punto pattuglia di amministratori a sostegno del
Sindaco Metropolitano ff Carmelo Versace, Responsabile Regionale Enti
Locali.
Spanò, imprenditore con la passione per l’ambiente, è stato eletto
nell’ultima tornata elettorale con la lista civica “Venti di CambiaMenti” a
sostegno del sindaco Giovanni Mangiameli che, viste le sue attitudini, ha
deciso di conferirgli l’incarico per lo sviluppo e la valorizzazione del
Villaggio Moleti, nota meta di turismo interno incastonata all’interno del
Parco Nazionale dell’Aspromonte.
“Aderire ad Azione – afferma Spanò – è una scelta naturale e di buon senso,
per chi crede nel buon governo condotto da persone competenti. In un
periodo di allontanamento dalla politica è necessario dare linfa ai
progetti politici seri e di prospettiva ed è ciò che in Azione ho
riscontrato, fintanto da decidere di contribuire fattivamente al
radicamento e alla crescita sul territorio reggino”.
Il Segretario Provinciale, Michele Anselmo, e quello Regionale, Fabio
Scionti, esprimono soddisfazione “per l’ennesimo ingresso che manifesta il
grande interesse intorno al lavoro che si sta portando avanti, con non
poche difficoltà vista la diffidenza ai massimi storici causata da decenni
di clientelismo e pressapochismo della classe politica, ma l’obiettivo
dichiarato è una decisa inversione di tendenza rispetto al passato che
passi per i fatti e non resti solo uno slogan privo di contenuti”.