Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), MARTEDì 28 MAGGIO 2024

Torna su

Torna su

 
 

De Raho in pole per diventare procuratore Antimafia La commissione per gli incarichi direttivi del Csm lo ha proposto a larga maggioranza. Si profila l'addio a Reggio Calabria

De Raho in pole per diventare procuratore Antimafia La commissione per gli incarichi direttivi del Csm lo ha proposto a larga maggioranza. Si profila l'addio a Reggio Calabria
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Sarà quasi certamente Federico Cafiero De Raho, attuale capo della procura di Reggio Calabria, il nuovo Procuratore nazionale Antimafia. La commissione per gli incarichi direttivi del Csm lo ha proposto a larga maggioranza, con cinque voti a favore. Un solo voto è andato al procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato. A favore di De Raho hanno votato i consiglieri di Unicost Francesco Cananzi e Massimo Forciniti, la laica di centrosinistra Paola Balducci, il togato di Magistratura indipendente Luca Forteleoni e il laico di centrodestra Pierantonio Zanettin. Per Scarpinato si è espresso invece Piergiorgio Morosini, del gruppo di Area. Non appena saranno depositate le motivazioni delle due proposte, di maggioranza e di minoranza, sulla nomina esprimerà il suo parere il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Il passaggio successivo sarà la discussione e il voto definitivo in plenum.