Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SATURDAY 28 NOVEMBER 2020

Torna su

Torna su

Notizie Popolari

 
 

Corrado (M5S), la Pessima Crotone si rassegni alla perdita del giocattolo milionario di “Antica Kroton” Sa bene, Enzo Voce, che, come vuole un vecchio proverbio noto in tutti i dialetti del Sud Italia: chi si corica con i bambini al mattino si alza pisciato

Corrado (M5S), la Pessima Crotone si rassegni alla perdita del giocattolo milionario di “Antica Kroton” Sa bene, Enzo Voce, che, come vuole un vecchio proverbio noto in tutti i dialetti del Sud Italia: chi si corica con i bambini al mattino si alza pisciato

La Pessima Crotone proprio non ce la fa a rassegnarsi alla perdita del giocattolo milionario sul quale aveva avuto l’inaudita fortuna di mettere le mani. Invece di ritirarsi in un angolo e leccarsi le ferite, continua a sputare veleno come ai bei tempi, quando c’era lui… (quello con l’iniziale minuscola). E siccome da sempre non argomenta, per mancanza di mezzi, ma si è abituata a vincere facile e ad autocompiacersi di quelle miserabili ‘vittorie’, spara ancora una volta al bersaglio grosso. Così, di nuovo mi additano quale causa di tutti i mali di Crotone, come se avessi mai avuto qualche ruolo o responsabilità sulla città, a differenza loro, se escludiamo i doveri di una semplice cittadina. Ma è proprio questo che li infastidisce, che da cittadina senza padrini né padroni (categoria, me ne rendo conto, per loro incomprensibile), come poi da parlamentare eletta con il M5S, io abbia sempre avuto gli occhi bene aperti e abbia sempre chiamato le cose con il loro nome, invece di cercare facili consensi. Sarei avversa a “qualsiasi cosa possa far crescere la città di Crotone”. E quali esempi fanno? Ovviamente il castello e lo stadio. Allora sì, lo confesso nuovamente, sono avversa a tutti gli illeciti da chiunque commessi in passato e/o tuttora con la scusa di “far crescere la città di Crotone”. E lo ripeto: la tribuna ovest? Un abuso. Le tonnellate di scorie radioattive nel Castello? Una fonte di inquinamento che dev’essere bonificata. Vogliamo parlare anche del parco di Capo Colonna o di Scifo? No? Com’è che di quegli altri amici loro non fanno menzione? Le situazioni del Castello, dello stadio, del parco di Capo Colonna e di Scifo sono tutti esempi lampanti di come certe furberie e certi intrallazzi alla fine non paghino, perché i cittadini non sono così sprovveduti né così bisognosi di un padrone come li crede la Pessima. Se poi gli orientamenti futuri accennati dal Sindaco in merito ad “Antica Kroton” sembrano coincidere con quanto da me auspicato in ogni sede fin dal 2011, e sempre su basi tecniche, non di convenienza politica o personale, non è perché Voce sia meno libero di quanto si dichiari (men che meno debitore nei miei confronti: di cosa?!) ma proprio perché finalmente la città ha un Sindaco che può guardare a quel progetto per ciò che esso è: il solo imponente finanziamento pubblico di cui Crotone possa disporre e che possa realmente cambiarne le sorti. Le sorti della città, non di Voce e dei suoi amici soltanto. È ovvio, dunque, che la strada del neo-Sindaco sia opposta a quella del “Laboratorio Frankenstein” che ha manipolato il progetto fin qui. Sa bene, Enzo Voce, che, come vuole un vecchio proverbio noto in tutti i dialetti del Sud Italia: chi si corica con i bambini al mattino si alza pisciato.

Change privacy settings