Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), SABATO 15 GIUGNO 2024

Torna su

Torna su

 
 

CONCLUSE SABATO “LE GIORNATE RADIOLOGICHE CALABRESI 2023” Tema della due giorni, “Gestione Diagnostica e Terapeutica della patologia Oncologica”

CONCLUSE SABATO “LE GIORNATE RADIOLOGICHE CALABRESI 2023” Tema della due giorni, “Gestione Diagnostica e Terapeutica della patologia Oncologica”

CONCLUSE SABATO
“LE GIORNATE RADIOLOGICHE CALABRESI 2023”
Tema della due giorni, “Gestione Diagnostica e Terapeutica della patologia Oncologica”.

SI sono concluse sabato pomeriggio a Catanzaro, le “Giornate Radiologiche Calabresi 2023”. L’annuale Raduno del Gruppo Regionale SIRM Calabria, che rappresenta l’evento scientifico Radiologico più importante dell’anno nella nostra regione, svoltosi nelle giornate del 10 e 11 novembre nella città capoluogo presso l’Hotel Guglielmo.

Il tema di questa edizione ha posto l’attenzione sulla “Gestione Diagnostica e Terapeutica della patologia Oncologica”, che rappresenta una importante attività di tutta l’“Area Radiologica”.

L’evento, molto partecipato, ha visto eminenti esponenti SIRM nazionali ed un panel di esperti del settore provenienti da tutta la regione, alternarsi e confrontarsi sulla gestione della diagnosi e sul trattamento interventistico mini-invasivo della patologia oncologica, attraverso gli argomenti previsti nelle letture magistrali e otto sessioni scientifiche, vagliate dalla segreteria scientifica del Convegno. Due le sessioni dedicate interamente ai casi clinici presentati dai giovani Radiologi (soci SIRM del Gruppo Regionale Calabria), in rappresentanza delle varie Unità Operative di Radiodiagnostica e Radiologia Interventistica presenti sul territorio regionale. Come evidenziato, aprendo i lavori, il coordinatore e responsabile scientifico della due giorni, Prof. Domenico Laganà, Direttore UOC Radiologia – UMG Catanzaro – coadiuvato per la parte organizzativa da tutto il C.D. del Gruppo SIRM Calabria con la partecipazione della Sezione di Studio di “Diagnostica per Immagini in Oncologia”.

Tra le molteplici esposizioni e studi ricchi di contenuti presentati dai relatori nel corso della due giorni, e che hanno suscitato molti spunti di riflessione tra i partecipanti provenienti da tutta la regione, dell’importanza del ruolo della radiomica e dell’intelligenza artificiale in oncologia – con particolare attenzione nell’epato-bilio-pancreatica – ad esempio, ha parlato il Prof. Mirko D’Onofrio, Ordinario MED/36 UOC Radiologia – Università degli Studi di Verona, sottolineando il grande interesse che si ha per queste nuove tecnologie utili per il raggiungimento di una medicina più precisa. Medicina di precisione, che significa “personalizzazione” delle cure.

“Radiologia Interventistica nei sanguinamenti: gestione diagnostica e terapeutica”, è stato invece l’argomento trattato dal Prof. Giancarlo Mansueto, Direttore e Cattedra di Radiologia – Università degli Studi di Verona, il quale ha inoltre evidenziato il forte legame professionale che da decenni esiste tra l’Azienda Ospedaliera di Catanzaro e quella di Verona. Legame nato a ridosso degli anni ‘80 grazie ai tanti medici calabresi che per anni hanno lavorato nella città veneta, raggiungendo ruoli apicali sia a livello universitario che ospedaliero.

Mentre sull’attività di imaging non invasivo e strategie per la riduzione della dose di radiazione e del mezzo di contrasto in risonanza magnetica, si è soffermato il Prof. Michele Scialpi, Direttore e Cattedra di Radiologia – Università degli Studi di Perugia, spiegando come oggi, soprattutto nelle masse renali, grazie a nuove tecniche, i tumori renali possono essere studiati anche senza utilizzare necessariamente per la risonanza magnetica il gadolinio, ma tecniche di tomografia computerizzate che riducono nettamente la quantità di radiazioni nel paziente.

Altro interesse ha destato la relazione del Dott.re Paolo Sartori, Direttore UOC Radiologia – Osp. SS. Giovanni e Paolo Venezia, concentrata sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale ed il miglioramento apportato dalla stessa nella diagnostica oncologica. Miglioramento che si nota già nella qualità degli esami e che in futuro consentirà di fornire ulteriori informazioni che consentiranno di migliorare le terapie per i pazienti.

Ancora una volta, il Raduno annuale del Gruppo Regionale SIRM Calabria, si è rivelato essere un appuntamento importante per i medici radiologi, ed in particolar modo per i giovani radiologi e specializzandi, ponendo le basi per un fruttuoso scambio di idee ed esperienze ed un’opportunità di aggiornamento.

In occasione del Raduno Annuale del Gruppo Regionale Calabria, si è proceduto alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo Gruppo Regionale 2025-2026.
Al termine dello scrutinio per la carica di Presidente, è stata eletta la Dott.sa Anna Ferrarelli, Dirigente Radiologia- A.O. GOM di Reggio Calabria.