Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

TAURIANOVA (RC), LUNEDì 06 FEBBRAIO 2023

Torna su

Torna su

 
 

Cittanova, dall’arresto di Claudio Marzico prende il via l’operazione “New Age”. Ecco i particolari Smantellata dai carabinieri una rete di spaccio tra Cittanova e Taurianova

Cittanova, dall’arresto di Claudio Marzico prende il via l’operazione “New Age”. Ecco i particolari Smantellata dai carabinieri una rete di spaccio tra Cittanova e Taurianova

Le investigazioni svolte, portano alla luce le articolate maglie di un giro di spaccio, al centro del quale sono risultati, quali indiscussi protagonisti, alcuni soggetti, punto di riferimento di numerosi consumatori di sostanza stupefacente (del tipo marijuana e non solo) del posto, oltre che di alcuni comuni limitrofi. Partendo dai consumatori, è stato quindi possibile risalire la china della ramificata rete di distribuzione e dei canali di approvvigionamento dello stupefacente consumato.
Il procedimento nel suo complesso ha preso avvio dall’arresto in flagranza, eseguito dai Carabinieri, di MARZICO Claudio per il reato di cui al capo n. 1, perché trovato in possesso di 1,8 Kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana, sostanza dalla quale – eseguite le analisi chimiche da parte del RIS di Messina1 – è risultato estraibile il principio Δ9THC per complessivi gr. 188,582, pari a 7.543,3 dosi medie ricavabili.
Per la compiuta ricostruzione dei fatti, si riporta qui di seguito il verbale di arresto in flagranza, ricordando che l’arresto è stato convalidato da codesto GIP con ordinanza del 18.01.2021, con la quale la S.V. ha altresì disposto la sottoposizione del MARZICO a misura cautelare, poi revocata per decorrenza termini a far data dal 06.10.2021. Tra i primi accertamenti di P.G. effettuati per approfondire quanto emerso in sede di perquisizione, sequestro ed arresto, è stata innanzitutto eseguita la copia forense del telefono sequestrato all’indagato MARZICO e sono stati acquisiti i tabulati telefonici (per il periodo relativo ad alcuni mesi precedenti il sequestro dello stupefacente) relativi all’utenza in uso al medesimo.
Dalla consultazione delle risultanze emerse, si è potuto sin da subito notare che gran parte dei dati relativi alle chat whatsapp e facebook messenger facevano riferimento a degli appuntamenti di carattere vario, concordati dal MARZICO con terze persone. Alcuni di essi erano riferibili a presumibili incontri generici, altri verosimilmente riconducibili a scambi di sostanze stupefacente, soprattutto in considerazione della personalità degli interlocutori del MARZICO, gravati da specifici precedenti penali e/ di polizia ex art 73 e 75 DPR 309/1990.
L’avvio dell’attività di intercettazione su utenze in uso a diversi personaggi (emersi proprio dall’analisi della copia forense) ha consentito, nel tempo, l’acquisizione di elementi comprovanti una fitta rete di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana che ha visto coinvolti molti degli intercettati. Questo, dunque, è stato il contesto in cui è stato possibile collocare l’episodio in forza del quale il MARZICO è stato arrestato: lo spaccio, appunto. Conseguentemente, l’obbiettivo dell’intera indagine è stato quello di ricostruire, in maniera compiuta ed esaustiva, tutto il giro e la filiera in cui l’iniziale indagato risultava a pieno titolo inserito, ma prima di scendere nel dettaglio sono necessarie alcune considerazioni preliminari.